HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Serie A

Marino: "Lo Scudetto sarà della Juve. Paquetá al Milan taglia Bakayoko"

13.10.2018 16:23 di Giacomo Iacobellis  Twitter:    articolo letto 15539 volte
© foto di Federico De Luca

Intervistato da Sportitalia a margine del '40° Anniversario Pescara Club Donne Biancazzurre', il direttore sportivo Pierpaolo Marino ha parlato così dell'attualità del calcio italiano: "La Juventus è ovviamente la grande favorita per lo Scudetto. Ha già conquistato un vantaggio importante, è inimmaginabile che non possa vincerlo dal punto di vista dei pronostici. La partita dei bianconeri ormai si gioca in Europa".

Sul colpo del Milan Paquetá: "Mi aspettavo un colpo brasiliano da Leonardo, anche se non così presto. In questo modo si mette in discussione Bakayoko, un oggetto misterioso che probabilmente non sarà riscattato. I 30-35 milioni che servivano per il suo acquisto saranno usati infatti per prendere Paquetá. Mi preoccupano un po' i 126 milioni di rosso, ma quello era un discorso legato alla proprietà cinese. Questo Milan per ora si è mosso bene".

Sull'Inter: "Con le vittorie consecutive in campionato e Champions Spalletti ha svoltato. L'Inter darà fastidio alla Juve insieme a Napoli e Roma, penso però fastidio da lontano".

Sull'esonero di Ballardini a Genova: "Non me l'aspettavo, ma bisognerebbe conoscere i fatti interni allo spogliatoio e gli equilibri con la società. Al Genoa c'è un dirigente esperto come Perinetti, credo che abbia avallato anche lui questa decisione e mi fido quindi di lui. Dal punto di vista del campo però è incomprensibile. Ballardini viene sostituito da chi lo aveva sostituito (Juric, ndr) dopo aver salvato il Genoa lo scorso anno e iniziato bene questa stagione. Si torna indietro in questo modo".

Su Ventura al Chievo: "Non mi aspettavo un rientro così rapido e così dimesso. Al Chievo dovrà fare un miracolo. Mi aspettavo una squadra con maggiori prospettive per il suo rientro nel calcio. Anche Mondino Fabbri riprese dopo la Corea, ma poi fu una valle di lacrime perché non è facile lenire le ferite di una défaillance come la mancata qualificazione dell'Italia al Mondiale. Non sarà facile per lui".

Sul Pescara primo in classifica in B: "Merito del tecnico e della squadra. Pillon ha trovato la sublimazione grazie alla sua esperienza. Seguo col cuore Pescara, cinque anni della mia professione non sono stati spesi male e auguro il meglio a città e tifosi".

Su Campagnaro: "Lo portai io al Napoli. Parlate di un amico, di un ragazzo straordinario. Me l'aspettavo. Peccato per i tanti infortuni che ha avuto in carriera, avrebbe potuto fare molto di più. Se gioca a 40 anni però significa qualcosa: Campagnaro è fatto d'acciaio".

Sul futuro di Marotta: "Per me rientrerà subito. L'ho sentito ieri sera e mi ha detto che è quasi pronta la cosa, ma ancora non mi ha detto dove. Ho intuito comunque che sta per rientrare".

Su un'avventura in FIGC per un ds: "Io ebbi l'opportunità prima di andare al Napoli. Optai però per gli azzurri e penso a posteriori di aver scelto bene".

Su Gravina: "Mi piace tantissimo, è un amico. Facemmo un ottimo affare con Iaquinta quando lo portai all'Udinese. Lo avevo sostenuto quando si era candidato alla Lega Serie C. Nutro per lui afetto e considerazione. Come manager sono convinto che saprà toccare i punti giusti. Il calcio italiano ha bisogno di riforme e di gente che le faccia con cultura e competenza, ma anche determinazione".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

...con Prandelli “Sarà una partita molto interessante sotto tanti punti di vista. Chi uscirà vincente potrà pensare di giocare un campionato di vertice. Entrambe esprimono un buon gioco, sarà un bel match”. Così l’ex ct della Nazionale, Cesare Prandelli gioca per TuttoMercatoWeb il derby di questa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy