Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Milan, altra delusione da derby. Da tre anni solo bocconi amari

Milan, altra delusione da derby. Da tre anni solo bocconi amari TUTTOmercatoWEB.com
© foto di ALBERTO LINGRIA
domenica 22 settembre 2019 08:15Serie A
di Antonio Vitiello

Il Milan ha perso un altro derby, il terzo consecutivo. La stracittadina contro l’Inter sta diventando un appuntamento horror per i rossoneri, che ogni anni sono costretti ad uscire dal campo a testa bassa. Infatti il Milan non ne vince uno in campionato dal 2016, e dopo tre anni è ancora alla ricerca di una gioia che continua a non arrivare. Ieri sera i rossoneri non si sono resi quasi mai pericolosi e l’Inter ha meritato successo, che poteva essere ancora più rotondo se non fosse stato per Donnarumma. La squadra di Giampaolo è apparsa ancora in pesante difficoltà tattica, mostrando lacune nel gioco offensivo. Nessuno segna, nessuno è pungente, ed è un problema che va risolto prima che sia troppo tardi. Dopo quattro giornate i rossoneri hanno accumulato già sei punti di ritardo dall’Inter: “C’è molta delusione, ma dobbiamo già pensare a giovedì, portare questa delusione che abbiamo vinto nella sfida contro il Torino dove dobbiamo ripartire”, ha confessato Lucas Biglia alla fine della partita. “Ci siamo allungati, abbiamo concesso troppo spazio e perso i nostri concetti di gioco. Dobbiamo fare quello che ci chiede il mister soprattutto nel possesso palla. Se arriveremo a quello soprattutto arriveremo al meglio di quello che ci chiede il mister”.

Anche l’allenatore è finito sul banco degli imputati. Giampaolo non riesce ancora a trasmettere le sue idee al gruppo e nemmeno la sorpresa Leao dal primo minuti nell'attacco con Suso e Piatek è servito: “La squadra è giovane, se ha la ferocia e voglia di migliorarsi può arrivarci. Dobbiamo fare un salto di qualità nella capacità di giocare la partite con un equilibrio diverso, particolari che vanno messi a posto con il lavoro”, ha spiegato l’allenatore abruzzese. “La sconfitta è sempre amara, ancor di più in un derby. Bisogna leccarsi le ferite ma ripartiremo. Abbiamo rispettato le caratteristiche dei calciatori, decidendo di giocare anche in un determinato molto assumendoci qualche rischio. Ma qualche dettaglio ci ha penalizzato assolutamente, sono tanti i particolari da mettere a posto e fa parte del lavoro e del vissuto di una squadra”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000