HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Totopanchina Juve: chi sarà l'erede di Allegri?
  Simone Inzaghi
  Maurizio Sarri
  Pep Guardiola
  Sinisa Mihajlovic
  Didier Deschamps
  Mauricio Pochettino
  Josè Mourinho
  Antonio Conte

La Giovane Italia
Serie A

Milan, Borini: "Non pensiamo all'Atalanta. Vogliamo solo vincere"

16.05.2019 19:38 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 4014 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Ai microfoni di Milan TV, l'esterno rossonero, Fabio Borini, ha parlato del momento della formazione di Rino Gattuso: "Quello che ha detto il mister di sputare sangue è un tecnicismo che forse ho preso troppo alla lettera (ride ndr.). Il modo di giocare adesso non è tanto importante, conta quello che ci portiamo a casa alla fine della partita. Devono essere sempre i tre punti, con l'atteggiamento e la mentalità vincente".

Come vivete la lotta Champions?
"Non dobbiamo pensare alle altre, ma ci dobbiamo concentrare solo su di noi e fare la partita. Cerchiamo di fare gol e di portare a casa il risultato".

I tifosi hanno risposto presente ed è stato aperto il terzo anello.
"L'ho detto anche a mia moglie appena ho letto la notizia. Sarà bello vedere lo stadio così pieno anche in una gara contro una squadra già retrocessa. L'obiettivo comune è quello di andare in Champions League".

Tutto dipenderà dal risultato dell'Atalanta?
"Prendo a esempio quello che ha detto Klopp prima dell'ultima gara di Premier League. Dobbiamo pensare solo a quello che succede a San Siro, se non facessimo risultato contro il Frosinone e i nerazzurri perdessero contro la Juventus ci sarebbe solo da recriminare".

Che rapporto ha con Gattuso?
"Professionale, l'aiuto è reciproco. Quando avevo bisogno il mister mi ha aiutato, quando il mister stesso aveva bisogno, nel raggruppare gli animi dalle delusioni dei risultati, l'ho aiutato un po' cercando di tirare su la squadra in allenamento, parlando tanto. Mi ha fatto sentire anche più importante all'interno dello spogliatoio non essendo in campo. Questo penso abbia aiutato me, lui e tutta la squadra, i risultati adesso stanno arrivando".

Cosa pensa delle due finali europee tra squadre inglesi?
"La forza dell'Inghilterra è questa, un anno non arrivano in fondo alle competizioni, quello successivo vanno in finale in quattro. La differenza è tanta, soprattutto negli stadio, nell'entusiasmo e nel reagire ai risultati, positivi o negativi che siano".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

Inter, novanta minuti prima della svolta: tra Conte e mercato Festa o guerra? La tifoseria nerazzurra ha idee chiare ma controverse rispetto a quanto accadrà al prossimo turno di campionato. Novanta minuti paradossali, in cui l’attuale condottiero Spalletti si accomiaterà dall’universo nerazzurro, cercando di conquistare l’accesso ad una Champions...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510