Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Milan-Juventus 4-2, le pagelle. Sarri cambia tardi. Kessie è il migliore in campo

Milan-Juventus 4-2, le pagelle. Sarri cambia tardi. Kessie è il migliore in campoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
mercoledì 08 luglio 2020 06:40Serie A
di Andrea Losapio

MILAN-JUVENTUS 4-2

JUVENTUS

Szczesny 5,5 - Deve mettere i guantoni in un paio di circostanze, quando però il risultato è già in favore del Milan. Però sul terzo gol di Leao sembra avere i riflessi rallentati, nonostante la deviazione di Rugani.
Cuadrado 6 - Rebic è un brutto cliente, ma lo tiene bene finché è in campo (dal 78' Alex Sandro 4,5 - L'assist per Bonaventura è assolutamente senza senso, un movimento che vietano in tutte le scuole calcio. Apre e chiude la sua partita così, da sciagura).
Rugani 5 - Devia il pallone di Leao nella propria porta, mettendo fuori causa Szczesny. Si vede che ha della ruggine addosso, non sembra certamente un baluardo. Fra lui e De Ligt c'è una differenza sostanziale.
Bonucci 5 - Va vicino al gol subito, con un colpo di testa ad anticipare Donnarumma. Sul rigore ci mette la manina, larga. Involontario ma giusto fischiare il rigore. Poi su Kessie rimane sul posto, aprendogli lo specchio. Sposta gli equilibri, non in positivo.
Danilo 5 - Non si fa vedere. Non è solitamente un male per un terzino, quando però devia la conclusione di Kessie mette fuori causa Szczesny.
Rabiot 7 - Probabilmente la sua miglior partita con la maglia della Juventus. Il gol è una perla di rara bellezza, fino a che riesce mantiene in piedi la baracca. Poi scende anche lui (dal 70' Matuidi s.v.)
Pjanic 5,5 - Dirige il traffico, ma non si fa vedere più di tanto (dal 70' Ramsey s.v.)
Bentancur 5,5 - Battaglia in mezzo ma è meno fondamentale rispetto al solito (dal 90' Muratore s.v.)
Bernardeschi 5,5 - Parte bene poi si spegne alla distanza. Gioca sulle punte e alle volte non si prende tutte le responsabilità che dovrebbe.
Higuain 5 - Appare lento, impacciato, non al meglio fisicamente. Così tocca concretamente un solo pallone, girandolo lentamente verso Donnarumma (dal 70' Douglas Costa s.v.)
Ronaldo 7 - Non è brillante come al solito ma va vicino al gol in un paio di circostanze, anticipa gli avversari e poi sigla il 2-0. Anche per i fenomeni è vita dura quando mancano i compagni.

Sarri 5 - Per un'ora la sua squadra fa bene, poi si perde alla distanza. Tardivi i cambi.

MILAN

Donnarumma 6,5 - Nel primo tempo fa buona guardia su Higuain, poi non ha grande lavoro. Però sul tiro di Rabiot non può arrivare nemmeno partendo prima. Posizionato male su CR7, ma mette una pezza sul possibile 3-3 di Rugani.
Conti 6 - Deve difendere su Cristiano Ronaldo, riesce a farlo in qualche modo. Non è colpa sua quando il portoghese va in gol, anche se non fa la diagonale (dall'82' Calabria s.v.).
Romagnoli 5 - Con Higuain è un bel duello, poi con Kjaer combina il patatrac. Da capire se avrebbe bucato lo stesso.
Kjaer 5,5 - Fino al minuto cinquantatré è onnipresente in modo positivo. Fa a botte, difende e non si fa saltare. Peccato che ci sia anche quando va a dare fastidio a Romagnoli, regalando il pallone del 2-0 a Ronaldo.
Hernandez 6 - Meno esuberante fisicamente rispetto al solito, anche perché gli avversari hanno un passo differente. Subisce il tunnel da Rabiot sull'1-0, ma poi cresce alla distanza.
Kessie 7,5 - Fa legna e stavolta incide anche in fase offensiva, con un gol da attaccante. Giocatore rinato nell'ultimo periodo.
Bennacer 6,5 - Perde il pallone del vantaggio di Rabiot, forse in maniera colpevole. Per il resto cerca di dare la geometria, trovandola spesso.
Saelemaekers 5,5 - È discreto tatticamente, ma l'impressione è che sia un po' leggerino per fare il titolare in una squadra che vuole lottare per le zone alte della classifica (dal 59' Leao 7 - Entra e cambia il mondo, non solo per merito degli altri. Fortunato sul gol del 3-2, ma è bravo a volerlo fortemente).
Paquetà 5 - L'unica cosa ottima che fa è mandare Ibrahimovic in porta, sul finire del tempo. Peccato che prima sia stato tutt'altro che incisivo. Occasione sprecata (dal 46' Calhanoglu 6,5 - Sta meglio del suo compagno di reparto e si vede, )
Rebic 7,5 - Cambia la partita sul suo colpo di petto. Prova a fare da spalla di Ibra, segna quando non c'è più la sua spalla. Veloce e potente, fa la differenza (dall'82' Krunic s.v.).
Ibrahimovic 7,5 - Gol, assist, giocate. Fa sempre la differenza, anche solo con la propria presenza in campo, pur non avendo più lo scatto di un tempo (dal 67' Bonaventura 7 - Se il quarto gol è un erroraccio di Alex Sandro, lui ha il merito di crederci e poi regalare l'assist a Rebic).

Pioli 7,5 - Rischia di affondare sul 2-0, poi però inserisce Leao e vince una partita che sembrava già persa. Tredici punti in cinque partite non sono certo un caso.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000