HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

La Giovane Italia
Serie A

Milan, spunta l'idea Schick. Giampaolo può usare la carta Cutrone

20.06.2019 11:03 di Tommaso Bonan   articolo letto 9690 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Marco Giampaolo ieri ha firmato col Milan un contratto per due anni con opzione per il terzo, ma già in questi giorni i summit tra il tecnico e i vertici di via Aldo Rossi (Maldini e Boban) sono stati frequenti. Come riporta La Gazzetta dello Sport, dal meeting di ieri è emersa una pazza idea che potrebbe rivoluzionare l’attacco: Schick ad affiancare Piatek.

Il pallino di Giampaolo - Il 23enne ceco è un pallino di Giampaolo. Il decollo in Italia del giovane attaccante è avvenuto proprio con l’allenatore abruzzese nel 2016-17: undici gol in trentadue presenze, più del doppio di quelli realizzati in due stagioni alla Roma, dove la sua posizione ora è in bilico. Rilanciarlo in rossonero sarebbe una sfida intrigante, ma siamo ancora nel campo delle suggestioni, anche perché i giallorossi valutano Schick non meno di 30-35 milioni, cifra che i rossoneri non spenderanno per una punta.

La possibile contropartita - Il Milan - si legge - potrebbe mettere sul piatto il cartellino di Cutrone. La Roma è alla ricerca di un centravanti ma intende anche monetizzare: servirebbe un conguaglio di almeno altri 15 milioni. Un ruolo chiave in questa eventuale operazione di mercato potrebbe averlo il direttore sortivo Massara, visti i suoi trascorsi nella società romanista (conosce molto bene Schick).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TMW RADIO - Brambati: “Ronaldo a fine stagione lascia la Juve” Per parlare di Juventus a TMW Radio, ai microfoni di Maracanà, è stato un ex calciatore e procuratore come Massimo Brambati. Sul caso Ronaldo "Sarri ha vissuto la partita da allenatore e da allenatore ha deciso di cambiarlo, perché non rispondeva alle sollecitazioni tecniche e...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510