HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
Serie A

Napoli, ADL: "Mai una lite con Ancelotti. Su Lozano gioco al massacro"

17.10.2019 16:53 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 10220 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Queste le sue parole: "Finalmente la convenzione è andata in porto, abbiamo firmato ora in Comune. Il San Paolo si lega al Napoli, le ultime diatribe si sono risolte, proveremo a sistemarlo sempre più".

Si è parlato di una lite con Ancelotti.
"Quando mai, non si può litigare con Ancelotti. L'ho scelto per un percorso lungo, poi se vorrà andare... Ha un contratto di due anni che spero di prolungare perché parliamo di un uomo con cui si può sempre diagolare".

Può dirci altro sul caso Insigne?
"È un gran giocatore, a Napoli però è sempre stato l'eterno incompreso. Raiola gli ha già fatto capire che deve darsi da fare perché questo è il suo territorio. Spero che l'incontro con Raiola abbia chiarito tutto con il Napoli, con l'allenatore e con lo spogliatoio".

Come va l'inserimento di Lozano?
"Si hanno tante aspettative e parte il gioco al massacro. Abbiamo fatto 13 cambi quest'anno, bisogna dargli tempo per inserirsi. Ci sono giornate sì e giornate no, possono esserci. Bisogna tener conto di tante componenti che possono modificare il suo rendimento".

A Barcellona e Real Madrid piace Fabian?
"Piace anche al Napoli".

Mertens può diventare una bandiera?
"Mi ha dato la soddisfazione e l’impressione di essere un uomo intelligente. Quando parlo con lui non mi annoio, è veramente un ragazzo in gamba. Bisogna capire lui cosa vuol fare, se vuole rimanere. Parleremo. La bandiera del Napoli la devi amare, non la puoi abbracciare solo per denaro o scherzo. Il Napoli è come una bellissima donna: va amata".

Possiamo paragonare il Napoli all'Italia del 1982?
"Diciamo che è un Napoli con gli attributi. Poi possono esserci momenti sì e momenti no. Rivediamoci a dicembre e poi a marzo. Sono questi i periodi in cui si vedrà dove siamo”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Brocchi: “Cocco di Berlusconi? Ero senza contratto. I miei ex compagni” Ai microfoni di Sportitalia ha parlato l’allenatore del Monza Christian Brocchi. Il tecnico dei brianzoli ha fatto riferimento anche alla sua precedente esperienza sulla panchina del Milan ed alle accuse che gli sono stato mosse di avere un rapporto privilegiato con Berlusconi: “Non...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510