HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato chiuso: quale big s'è mossa meglio?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Serie A

Reus, Schurrle e Pulisic: come fare a meno di Gotze

15.02.2018 19:52 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 2129 volte
© foto di Imago/Image Sport

Il Signal Iduna Park, una delle cattedrali del calcio europeo con i suoi oltre 81 mila spettatori nelle partite di campionato, ogni settimana può lustrarsi gli occhi. Perché il reparto offensivo dei gialloneri è il secondo di Germania, dietro solo a quello del Bayern Monaco, e uno dei migliori d'Europa. Vero è che l'addio di Pierre Emerick Aubameyang abbia portato a una frattura rispetto agli ultimi anni, ma la batteria di trequartisti è davvero impressionante. Gotze, campione del mondo in carica nonché match winner dell'ultima finale, è costretto a guardare i colleghi dalla panchina. Dietro a Batshuayi agisce Marco Reus, infortunato di lungo corso fino alla sfida di sabato scorso contro l'Amburgo: probabilmente uno dei migliori del mondo, se non fosse bersagliato dagli stop forzati.

E poi c'è Pulisic, uno dei migliori del calcio statunitense del dopo Landon Donovan, uno che probabilmente diverrà un'icona d'oltre Atlantico. Insomma, difficile vedere un tale concentrato di talento, al di là della stagione non propriamente brillante dei gialloneri. Il confronto con l'Atalanta apparirebbe impari, ma al di là delle buone occasioni costruite dai teutonici, i nerazzurri - almeno per ora - possono sperare nell'economia dei due match. Però è quasi impressionante che Stoeger possa fare a meno di Mario Gotze, il 10 più rappresentativo di Dortmund dopo Andreas Moeller, così a cuor leggero.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

L'umiltà di CR7 e una rosa pazzesca: il buongiorno della Juve. Il bilancio del mercato: la rinascita di Milano. De Laurentiis stecca, Ancelotti no. E' stata l'estate dei grandi agenti e intermediari L'antipasto del campionato, ripartito sotto i riflettori quando forse era lecito aspettarsi una più sensibile e umana commozione da parte delle alte sfere del nostro pallone, è stato quel che ci aspettavamo. Il Chievo che alza le sue Maginot, la Juventus ancora sulle gambe, Cristiano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy