Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Roma, sprofondo rosso. Perotti apre la disfatta giallorossa e Nestorovski la certifica

Roma, sprofondo rosso. Perotti apre la disfatta giallorossa e Nestorovski la certifica TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 03 luglio 2020 09:15Serie A
di Dario Marchetti

Il rosso a Trigoria è un colore ricorrente. Se lo è visto sventolare in faccia Diego Perotti al 29’ del primo tempo ieri per un’entrata killer su Becao e lo vedono i dirigenti della Roma analizzando i conti chiusi al 30 giugno 2020 con un passivo di quasi 130 milioni. Che sia il momento più difficile della gestione Fonseca è evidente, ma il 2020 non ha mai fatto registrare acuti se non le vittorie con Lecce, Cagliari e Sampdoria che, solo sulla carta, avevano riaperto una corsa Champions ormai giunta al capolinea. Troppi, infatti, i dodici punti che separano i giallorossi dall’Atalanta quarta e il rischio è che la squadra venga risucchiata perdendo anche il vantaggio su Napoli e Milan.

E pensare che esattamente un girone fa, la Roma riusciva a portare a casa la trasferta della Dacia Arena contro l’Udinese in dieci uomini per colpa dell’espulsione di Fazio. Diciannove partite dopo in Serie A è cambiato tanto, se non tutto. L’unica costante è rimasta nell’espulsione (questa volta di Perotti) che costringe i giallorossi a giocarsi in dieci la partita contro la squadra di Gotti. Che Diego non fosse sereno prima dell’intervento killer su Becao era chiaro. Aveva già discusso con Diawara e Kolarov, ma questo non giustifica il fallo commesso che ha lasciato la Roma in inferiorità numerica per un’ora abbondante di gioco. L’Udinese, al quale Perotti aveva già segnato 4 gol in 8 partite, non è più il porta fortuna dell’argentino che ieri sera era anche capitano. Scelta che non è piaciuta molto allo spogliatoio considerando la presenza in campo anche di Kolarov e Smalling, riconosciuti sicuramente di più come leader rispetto all’ex Genoa. Insomma, la Roma è in uno stato confusionale che non lascia ben sperare e la speranza a Trigoria è che Fonseca possa far gruppo e rimettere in riga la squadra sennò anche il tecnico verrà messo in discussione.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000