HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Pallone d'Oro, qual è l'esclusione più sorprendente?
  Gareth Bale
  Edinson Cavani
  Angel Di Maria
  Harry Kane
  Neymar
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sergio Ramos
  Luis Suarez
  Hakim Ziyech

La Giovane Italia
Serie A

Serata complicata. Insigne e un ruolo che non è sempre nelle sue corde

18.09.2019 10:45 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 3458 volte
Fonte: Dal nostro inviato a Napoli, Raimondo De Magistris
© foto di www.imagephotoagency.it

La vittoria del Napoli di ieri è stata innanzitutto la vittoria della sua difesa. Contro il Liverpool, contro questo Liverpool, già tornare a casa con un punto sarebbe stato oro colato. Invece la squadra di Ancelotti è andata oltre, ha retto la forza d'urto dei reds e nel finali gli episodi, girati a favore, hanno permesso agli azzurri di regolare Klopp e i suoi ragazzi. Per la seconda volta in meno di dodici mesi.

Indovinate le scelte di Ancelotti. Quella di puntare su Mertens e Lozano in attacco (con Llorente lanciato nella mischia a partita in corso) e, soprattutto, di puntare su Mario Rui, il migliore in campo insieme a Koulibaly.
Difficile, impossibile, individuare note stonate dopo una serata come quella di ieri. Possibile però interrogarsi sulla prestazione del capitano Lorenzo Insigne, il primo ad essere sostituito nel corso della ripresa. Schierato come quarto di centrocampo a sinistra, l'attaccante azzurro è stato chiamato a una gara di enorme sacrificio che non è propriamente nelle sue corde.
Una gara difficile, una partita tutt'altro che esaltante perché sempre lontanissimo dalla porta avversaria e anche perché in uscita - contro un Liverpool che operava un pressing asfissiante - ha commesso un paio di errori che sarebbero potuti costare caro.
Ancelotti dopo l'ora di gioco, quando il Liverpool stava tentando il tutto per tutto per portare a casa i tre punti, l'ha richiamato in panchina, tra gli applausi di un San Paolo che l'ha comunque voluto incoraggiare nonostante la prestazione opaca. Una gara che insinua più di qualche dubbio sulla possibilità di schierare Insigne in quella zona di campo soprattutto in gare di sofferenza, quando la percentuale di possesso palla non è superiore a quella degli avversari, quando di fronte c'è una squadra che per larghi tratti del match controlla la partita e i centrocampisti, innanzitutto, devono occuparsi della fase di non possesso.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Chi sono Haaland e Szoboszlai: sfidano il Napoli e stuzzicano la Juve Uno piace alla Juventus, al Napoli, al Liverpool, al Real Madrid, a mezza Europa. L’altro sempre alla Juventus, e al Napoli, poi alla Lazio, all’Atalanta . Nono sono gemelli, sono coetanei, probabilmente hanno fatto dormire un sonno inquieto a qualche giocatore del Napoli, che stasera...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510