Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

SPAL-Milan 2-2, le pagelle: Floccari fa l'Ibrahimovic, Leao rimette in corsa i rossoneri

SPAL-Milan 2-2, le pagelle: Floccari fa l'Ibrahimovic, Leao rimette in corsa i rossoneri
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 02 luglio 2020 06:24Serie A
di Gaetano Mocciaro
SPAL-MILAN 2-2 - 13' Valoti, 30' Floccari, 79' Leao, 94' Vicari aut.

SPAL

Letica 6.5 - Sempre sicuro negli interventi, è bravo a rendere facili parate che al contrario sono complicate. Ciò che sorprende, semmai, è come mai non abbia mai giocato prima del lockdown.
Tomovic 6 - Si immola spesso e volentieri ergendosi a muro sulle conclusioni dei rossoneri. Pecca in occasione del gol di Leao non riuscendo a spazzare il traversone di Laxalt.
Vicari 5.5 - È il simbolo della "resistenza" spallina, una retroguardia che è bravissima a chiudere gli spazi rendendo vano il possesso palla rossonero. Salva un gol quasi fatto sul 2-0, poi rovina tutto con una clamorosa autorete.
Bonifazi 6.5 - Dalle sue parti c'è discreto traffico con Saelemaekers a sfrecciare. Tuttavia è attento e non commette distrazioni finché è in campo. (Dal 68' Salamon 5.5 - Modi rudi, che sono poi quelli che servono in certe situazioni. E anche qualche buon intervento. Arriva in ritardo su Leao e la partita si riapre).
Sala 6 - È quello che soffre di più dato che dalle sue parti con un Salelemaekers scatenato. Riesce comunque a fare la sua parte.
Dabo 7.5 - Fondamentale il suo apporto, lavora il pallone del vantaggio e sui duelli aerei si fa valere. Da uno di essi nasce la rete del raddoppio. Nella ripresa si distingue per la sua fisicità, resistenza e abilità nel rubare palloni. (Dall'82' Cionek sv).
Valdifiori 6.5 - Giostra bene i palloni e soprattutto nella prima parte di gare sfrutta un Milan forse rilassato.
D'Alessandro 3 - Lascia i suoi in 10 per oltre un tempo per un inutile e pericoloso fallo su Théo Hernandez.
Valoti 7 - Un ex che non ha mai vestito la maglia della prima squadra. Motivo di più per cercare di fare male. Bravissimo negli inserimenti e spalle alla porta, si fa trovare al posto giusto al momento giusto colpendo i rossoneri. Esce per un problema fisico. (Dal 46' Missiroli 6 - Partita di sacrificio, dove deve badare a contenere un avversario che domina).
Petagna 6.5 - Osservato speciale, sgomita come il suo solito e una sua preziosa sponda si rivela decisiva per il primo gol. Dopo il 2-0 è un monologo del Milan e lui riceve pochi palloni ma ci mette il fisico e il mestiere, rendendosi sempre una minaccia.
Floccari 7 - Un capolavoro "alla Ibra" sotto gli occhi dello svedese. La classe (1981, come Ibra) non è acqua. La scelta di Di Biagio è premiata, l'espulsione di D'Alessandro costringe il tecnico a toglierlo dopo 45'. (Dal 46' Fares 5 - Saelemaekers lo fa a fette. Dal 75' Strefezza sv).

Allenatore Luigi Di Biagio 7 - Azzecca le mosse iniziali, puntando sull'esperienza di Floccari e mettendo pressione da subito sfruttando i minimi errori avversari. Riesce a gestire bene anche la partita con la squadra in dieci, adottando l'unico modulo possibile con le possibilità a disposizione.

- - -

MILAN

Donnarumma 6 - Può poco su Valoti e anche Floccari si inventa un capolavoro. Per il resto poco impegnato.
Calabria 5.5 - Resta a guardare Valoti che segna. Prova a reagire nel finale, sfiorando l'1-2 ma quando Pioli deve cambiare qualcosa per tentare la rimonta il primo sacrificato è lui. (Dal 46' Leao 7 - Questa volta entra bene in partita e del resto la situazione non permetteva un approccio in infradito. Attacca la profondità, crea scompiglio, duetta con i compagni di squadra. E alla fine trova anche il gol, che ridà speranza e avvia la rimonta).
Gabbia 5 - Pasticcia in occasione del primo gol dove non riesce a spazzar via un pallone pericoloso. Sfortunato e ancora non smaliziato.
Romagnoli 5.5 - Poteva fare qualcosa di più su Floccari, anche se gran parte è merito dell'attaccante.
Théo Hernandez 5.5 - Non affonda e paga l'impiego costante dalla ripresa del campionato. Rischia di farsi male per un brutto intervento di D'Alessandro e in generale è anche cercato poco, con i compagni che preferiscono giocar palla sull'out opposto. (Dal 65' Laxalt 6 - Riesce a trovare il varco giusto ed è fortunato in occasione dell'assist per Leao).
Kessié 5.5 - Perde il confronto con Dabo, cerca di dare una mano alla squadra alla ricerca della rimonta non riuscendo però a incidere troppo.
Bennacer 6 - Il gioco passa sempre da lui e non è facile per l'algerino trovare spazi con una squadra arroccata in difesa. Per questo prova a farsi giustizia da solo con qualche conclusione da fuori. Dal cilindro riesce anche a tirar fuori qualche buon assist ma non basta. (Dal 72' Bonaventura 5.5 Prova a creare scompiglio, è però poco preciso facendosi tradire dalla frenesia).
Castillejo sv - si fa male dopo un quarto d'ora. (Dal 17' Saelemaekers 7 - Il riscatto da parte del Milan gli ha fatto bene. Sembra abbia pile inesauribili, affonda continuamente sulla destra e mette in mezzo un'infinità di palloni. Alla lunga la vince, perché Vicari deposita in rete uno dei suoi suggerimenti).
Paquetá 5.5 - È il simbolo del "vorrei ma non posso". O, forse, del "potrei ma non voglio". Ha mezzi tecnici enormi, ma una leziosità e una mancanza di cattiveria che a questi livelli sono una zavorra.
Calhanoglu 6 - Avrebbe segnato anche stasera, ma per questione di poco un fuorigioco gli annulla il gol del 2-1. Gioca spesso da regista, fa ripartire la manovra ma è spesso ingabbiato non riuscendo a illuminare come nelle ultime partite.
Rebic 5.5 - Ingaggia un duello interessante con Dabo e nonostante la buona volontà questa volta non riesce a sfondare. Ci prova ogni tanto dalla distanza ma anche lui accusa la stanchezza. (Dal 65' Ibrahimovic 6 - Non giocava dall'8 marzo e a 38 anni dopo tre mesi di inattività e un infortunio è davvero dura. Lui fa quel che può con qualche sponda interessante e con una presenza che da sola basta a creare soggezione agli avversari).

Allenatore Stefano Pioli 6 - Nonostante il risultato negativo gli si può rimproverare poco. Anche se Gabbia dimostra di non dare le giuste garanzie e Paqueta ha avuto pure fin troppo spazio questa sera. Azzecca i cambi, Leao spacca la partita e Laxalt a suo modo contribuisce alla rimonta.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000