HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

La Giovane Italia
Serie A

Squalifica Tudor, respinto il ricorso: la nota durissima dell'Udinese

18.10.2019 14:15 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 4369 volte
© foto di Giacomo Morini

Igor Tudor non sarà in panchina per la sfida tra Udinese e Torino. Respinto dalla FIGC il ricorso presentato dalla società friulana, una decisione che ha mandato su tutte le furie il club.
Di seguito il duro commentato del responsabile dell'area tecnica Pierpaolo Marino: "Siamo indignati, dopo la vicenda De Paul eravamo irritati, ora siamo indignati. La Figc vive un momento di grande imbarazzo, in 40 anni di calcio non ricordo che la Federazione abbia mai chiesto la revoca di un provvedimento della Corte Federale di Appello come accaduto per Mazzarri, pur non volendo mettere il naso in casa d'altri ma solo per commentare una decisione che la Figc ha ritenuto opportuno prendere avverso una pronuncia di un suo organo. E' clamoroso che il regolamento nazionale non sia stato adeguato al regolamento FIFA e, inoltre, è tutto da verificare se il regolamento internazionale prevalga su quello federale: se così fosse, allora, andrebbero aboliti altri istituti in essere soltanto in ambito italiano. La Figc, dunque, avrebbe dovuto immediatamente disciplinare la nuova normativa in essere secondo cui anche gli allenatori sono soggetti al regime dei cartellini come i giocatori. Ma già il fatto che il giudice non abbia ritenuto inammissibile il ricorso ma l'abbia respinto, entrando nel merito, testimonia che il regolamento FIFA non sia stato ancora recepito. Aspettiamo le motivazioni perché, magari, sarà stato detto che Tudor ha assassinato qualcuno quando, invece, è soltanto uscito dall'area tecnica e, quindi, un cartellino giallo sarebbe stato sufficiente come sanzione. Invece il mister ha dovuto subire un rosso pesantissimo poiché la Federcalcio ha deciso di intervenire recependo, per la prima volta, la nuova regola FIFA, a differenza di quanto accaduto nel caso Mazzarri. Si tratta, dunque, di un vero e proprio pasticcio le cui conseguenze vengono, ancora una volta, pagate dall'Udinese. Anche nel caso De Paul, infatti, il giudice sportivo di Milano ha giudicato come violento, cosa che non competerebbe a lui che dovrebbe solo prendere atto del referto dell'arbitro, lo schiaffetto sul collo di un avversario squalificandolo per tre turni; a differenza degli altri precedenti - come quello di De Rossi in Genoa - Roma - quando le giornate di qualifica comminate erano state due. Pertanto siamo indignati perché, ancora una volta, i precedenti non sono stati tenuti in considerazione ed a pagare è l'Udinese: in questo modo si fanno due pesi e due misure ma, soprattutto, siamo indignati per quello che sta accadendo in Federazione a livello di interpretazione regolamentare".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TOP 50 TMW - Toda Joya, toda beleza, all'ottavo posto c'è Dybala Oggi presentiamo la Top 50 TMW, stilata in base alle medie voto assegnate ai calciatori dalle pagelle di tuttomercatoweb.com fra coloro che abbiano disputato almeno 6 partite. All'ottavo posto troviamo Paulo Dybala: OTTAVO POSTO - PAULO DYBALA (Juventus) 6,67 La prestazione e...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510