HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Pallone d'Oro, qual è l'esclusione più sorprendente?
  Gareth Bale
  Edinson Cavani
  Angel Di Maria
  Harry Kane
  Neymar
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sergio Ramos
  Luis Suarez
  Hakim Ziyech

La Giovane Italia
Serie A

TMW - Berlusconi: "Avrei visto bene Conte al Milan. Incontrerò Giampaolo"

17.06.2019 19:12 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 17906 volte
Fonte: Da Milano, Ivan Cardia e Pietro Mazzara

Arrigo Sacchi presenta il suo libro, "La coppa degli immortali". A margine dell'evento, l'ex presidente del Milan Silvio Berlusconi ha parlato alla stampa presente. "Questa giornata ha riportato all'ordine del giorno i ricordi del nostro grande Milan. Quando si pensa a quella squadra e alle emozioni che ci ha dato, la commozione torna ancora".

Cosa ne pensa di Totti via dalla Roma? "Non entro in casa d'altri, non conosco la situazione per dare giudizi".

Le piace Giampaolo? "Mi pare che ami il bel giuoco, ha mentalità offensiva. Questo è il primo fattore con cui la squadra deve scendere in campo, per vincere e convincere gli spettatori di aver avuto ragione e di aver ottenuto meritatamente la vittoria".

Torna di moda il trequartista. "Segue il nostro modulo, lui impiega le due punte con un suggeritore".

Le manca il Milan? "Ora mi occupo di un'altra squadra (ride, ndr). Sì, mi manca il Milan".

Come valuta l'ingresso di Maldini e Boban in dirigenza? "Li conosco come validi atleti e calciatori, non conosco le loro capacità dirigenziali e manageriali".

Sente mai l'attuale presidente Scaroni? "Mi ha invitato in questi giorni a un colloquio con lui, ci andrò con piacere. Consigli? Ho già dato tanti consigli per telefono, sono già arrivati. Forse la scelta di Giampaolo discende anche dai consigli che gli ho dato".

Ha dato più lei a Sacchi o Sacchi a lei? "Entrambi abbiamo fatto il proprio lavoro, come doveva essere fatto. Siamo stati in sintonia su tutto, anche sui rapporti personali che sono sempre importanti. Non ricordo una formazione proposta su cui il presidente non fosse d'accordo. Non ricordo un giudizio opposto sulla singola partita, la collaborazione con lui è stata perfetta".

Dispiaciuto per Gattuso? "Lui è quel grande atleta che conosciamo, ha dato molto al Milan. Come calciatore e come persona sono affezionato, come allenatore ho avuto delle discussioni, dei rapporti dialettici dovuti al fatto di non essere in sintonia col modulo di giuoco".

Cosa ne pensa di Sarri alla Juve? "Non lo conosco personalmente, non ho sufficienti motivi per sapere se sarà un bene o un male alla Juve. Allegri è andato via dalla Juve dopo aver vinto tanto ed è una situazione particolare, non s'è verificato spesso in passato nel mondo del calcio".

E' dispiaciuto per Conte all'Inter? "L'avrei visto volentieri al Milan, ma Giampaolo funziona benissimo. Ho chiesto e chiederò all'attuale presidente di poterlo incontrare".

Sarri in passato è stato vicino al Milan? "Non sono mai stato informato di questo".

Conte? "Per un certo momento abbiamo pensato che fosse una buona scelta, poi mi sono allontanato e non ho più seguito la vicenda. Giampaolo, per tutti i precedenti che conosciamo, può essere utilmente impiegato in un Milan che vuole tornare a essere primattore di sempre".

Chiamerà il nuovo allenatore per un consiglio? "Chiederò a Scaroni di andare a cena con lui e con il nuovo allenatore, qualcosa di utile gli potrà essere comunicata da parte mia".

Cosa si aspetta dal nuovo Milan? "Mi basta che torni a giocare con una mentalità offensiva, che scenda in campo per conquistarlo e vincere con il bel giuoco. Mostrandosi corretto e rispettoso nei riguardi degli avversari, è stata la nostra regola fondamentale. Il Milan è sempre sceso in campo per conquistarlo, per battere la squadra avversaria. Quest'anno il Milan è mancato molto nei tiri finali, mi è dispiaciuto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Moggi “La cosa importante sono i tre punti, che hanno portato alla sicurezza del superamento del girone. Non è stata una gran partita ma l’importante è vincere”. Così a TuttoMercatoWeb sulla Juventus l’ex dg bianconero, Luciano Moggi. A trascinare la Juve ci ha pensato Dybala, che in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510