HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Serie A

TMW RADIO - Avvocato Dini: "Italia? In Russia ci rimarranno male"

14.11.2017 22:15 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 2733 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

L'avvocato fiorentino Giulio Dini, è intervenuto a "Garrisca al Vento!", trasmissione di FirenzeViola.it in onda su TMW Radio: "La sconfitta con la Roma, è triste dirlo, era una sconfitta prevista. Quella contro il Crotone invece è difficile da spiegare. La Spal è una squadra difficile da affrontare, con un grande pubblico che non smette un minuto di cantare. La squadra ha trovato equilibrio e serenità: bisogna fare molta attenzione. Semplici alla Fiorentina? Si è trattato solo di voci. Non che Leonardo non lo meritasse, però la scelta di Pioli è stata giusta. Il tecnico emiliano ancora deve poter lavorare per dare un giudizio definitivo, però è una scelta condivisibile. Semplici è un ottimo allenatore, con la giusta impostazione per il gioco che da alla squadra e per la chimica che crea con i suoi giocatori. Sul piano delle potenzialità è tra i migliori in assoluto. Chiesa? Io ho una testa da azienda. Francamente preoccuparmi ora del rinnovo di Chiesa non riesco a farlo. Lui è un patrimonio della Fiorentina e farà di tutto per valorizzarlo. Non credo che da parte del ragazzo ci possa essere un gioco al rialzo, ha un rapporto sincero con la piazza. Questo non significa che non sia un professionista che risponde alle regole del mercato e che quindi voglia giocare in una squadra sempre più forte. L'importante è essere chiari fin dall'inizio. Come hanno preso in Russia (dove Dini ha lavorato al fianco di Spalletti e non solo, ndr) l'eliminazione dell'Italia? In Russia hanno preso molto male il fatto che l'Italia non si sia qualificata. L'ultima volta che andai erano preoccupati che la Nazionale non ci fosse, e così alla fine è stato. Io non voglio essere disfattista. Ogni tanto, anche a scuola, una bocciatura ti aiuta a riflettere e a prendere decisioni importanti. Dobbiamo mettere le basi per tornare ad altissimi livelli, anche a livello di club".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

Retroscena Mirror: il Liverpool rifiutò Alisson nel 2015. Per 3,5 milioni Incredibile retroscena riportato quest'oggi dal Mirror. Il quotidiano britannico fa sapere che il Liverpool poteva prendere Alisson già tre anni fa, nel 2015, quando il giocatore militava ancora in Brasile, nell'Internacional de Porto Alegre. I Reds erano infatti in pole position...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy