HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
Serie A

TMW - Sassuolo, De Zerbi: "Aggredire così deve essere una costante"

20.10.2019 16:56 di Alessandra Stefanelli   articolo letto 2822 volte
Fonte: Dall'inviato Antonio Parrotto

Al termine di Sassuolo-Inter 3-4 è intervenuto in zona mista ai microfoni di TMW il tecnico neroverde Roberto De Zerbi: “Non è un periodo felicissimo, oggi ci tenevamo a far bene per noi ma soprattutto perché sapevamo quanto il presidente tenesse alla partita con l’Inter. Però la sconfitta non intacca l’affetto da parte di tutti, il dolore per questa scomparsa ci ha toccato a tutti. La gara è stata persa per i meriti dell’avversario, qualche demerito è anche nostro, ma conforta la reazione nel secondo tempo. Dobbiamo andare a cercarci il risultato non solo con il talento, ma anche con il cuore, con la passione e la cattiveria. Dobbiamo farlo sempre”.

Sulla fase difensiva e l’approccio alla gara: “La fase difensiva non è curata poco, non dobbiamo buttarla solo sull’aspetto tattico. Nel calcio c’è il duello, non c’entra solo la tattica”.

Sull’Inter: “A me la squadra di altri non interessa, mi interessa solo la mia. Non è costante subire tre gol per l’Inter, voglio che sia costante aggredire così sempre, altrimenti voi chiedete se mi sento in discussione, ma fa parte del mio lavoro. Quando l’ho scelto sapevo di essere il responsabile delle sconfitte sempre, sapevo di essere sempre a rischio e in discussione, ma voglio vedere sempre la squadra degli ultimi 20 minuti che poi è quello che rispecchia anche la mia persona. Il resto sono chiacchiere”.

Su Boga e Djuricic: “Se buttano il sangue sempre giocano sempre, se no si siedono vicino a me che c’è posto e in tribuna ce n’è ancora di più”.

Ancora sulla partita: “Questo deve essere il nostro spirito. Anche nel forcing finale avremmo potuto fare qualche furbata in più, nonostante siamo una squadra giovane, con qualche assenza e qualche straniero che non conosce la lingua. Ma le assenze le aveva pure l’Inter, magari a noi pesano di più. Comunque potevamo fare ancora di più, bisogna tirar fuori qualcosa in più”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Un talento al giorno, Romario Baró: il futuro del Porto Uno così talentuoso dalle parti di Porto era un po' che non lo vedevano: troppo forte per l'Under 19, troppo superiore per la squadra B, Sergio Conceicao se lo è portato volentierissimo in Prima Squadra, concedendogli anche tanto spazio in queste prime giornate. Romário Baró, di chiarissime...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510