HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Corsa Scudetto: chi s'è rinforzato di più in difesa?
  L'Inter con l'esperienza di Diego Godin
  La Juventus con l'acquisto di De Ligt
  Il Napoli affiancando Manolas a Koulibaly

La Giovane Italia
Serie A

Un bug nel sistema calcio durato 84 minuti

18.06.2019 08:00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 11024 volte

Una conferenza stampa infinita. Lunga quasi quanto una partita di calcio, per sfogarsi e rispondere a ogni domanda senza mai sottrarsi. E' durata tanto ma sarebbe potuta durare anche di più, proseguire fino ai supplementari perché quando l'interlocutore è Francesco Totti - ed è un Francesco Totti che ha deciso di vuotare il sacco - le domande sono potenzialmente infinite.
Inedita, sincera, senza dichiarazioni politicamente corrette. Un'anomalia in un mondo fatto di frasi già dette, prestampate e concertate prima di entrare in scena. La conferenza stampa di Francesco Totti ha rappresentato un bug nel sistema calcio, un botta e risposta senza mezze misure a cui non si era più abituati. Senza alzare la voce, senza attacchi frontali, ma semplicemente fornendo la propria versione per spiegare i motivi della fine di un rapporto che non era riuscito a interrompere nemmeno il Milan di Berlusconi con la sua offerta irrinunciabile o il Real Madrid dei galacticos che voleva fare di Totti la sua grande stella da esporre al Bernabeu. Ci è riuscito invece Pallotta, dopo due anni di mancato confronto con Totti che in questo biennio non è mai stato il dirigente che sarebbe voluto essere.

Pane al pane, vino al vino. Totti ieri ha spiegato in maniera piuttosto chiara perché ha deciso di lasciare la Roma. Ha parlato dei problemi della Roma e ha individuato i colpevoli. Ha spiegato cosa non funziona a Trigoria e perché non funziona. Spesso senza fare nomi, quasi sempre facendoli intuire, ma sempre ricostruendo con chiarezza le dinamiche e quindi i limiti di questa gestione. Parole su cui ognuno s'è poi fatto la sua idea, parole che per alcuni sono la base da cui ripartire e per altri l'inizio della fine dei ciclo Pallotta. Però sempre nette, sincere, chiare: un bug nel sistema calcio. Senza dubbio uno squarcio su un mondo che, spesso senza motivo, i diretti interessati raccontano in modo diverso rispetto a quello che è. Sottovalutando l'importanza e il peso della verità.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Bosco: c'è qualcosa di innaturale nel rapporto Juve-Milan C'è qualche cosa di innaturale nei rapporti tra Juventus e Milan. Dalla vicenda Bonucci, in poi ... Bonucci litiga con Allegri, finisce su uno sgabello, a fine stagione va – strapagato- a Milano. C'è il duo Fassone – Mirabelli al Milan, tribuni di un cinese rimasto a tutt'oggi,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510