Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie b / Serie B
Pisa-Benevento 1-0, le pagelle: Benali decisivo, Birindelli devastante. In ombra IonitaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
sabato 21 maggio 2022, 20:05Serie B
di Luca Esposito

Pisa-Benevento 1-0, le pagelle: Benali decisivo, Birindelli devastante. In ombra Ionita

Risultato finale: Pisa-Benevento 1-0

PISA
Nicolas 6 - Pomeriggio da spettatore non pagante, la difesa ha protetto egregiamente la porta e si è sporcato i guantoni solo per un paio di uscite.

Birindelli 7,5 - Calciatore ormai pronto per il grande salto in A, è una sua cavalcata straordinaria ad avviare l'azione della vittoria. Insuperabile e, a tratti, devastante.

Beruatto 6,5 - Si trova a duellare con Letizia, cliente notoriamente scomodissimo. Fatica un po' in avvio, poi gli prende le misure e cresce di minuto in minuto. Nel finale cerca il gol dell'anno con un tiro da centrocampo. Solo applausi per un giocatore insostituibile e che ha vissuto la miglior stagione della sua carriera.

Hermansson 7 - Il Pisa è in emergenza difensiva, lui non è al top ma stringe i denti per dare una mano. Prestazione impeccabile del centrale che, senza l'egoismo di Puscas, avrebbe anche segnato la rete del 2-0. Perfetto su Lapadula.

Leverbe 6 - In avvio di ripresa sbaglia un anticipo a metà campo e per poco il Benevento non ne approfitta, unica disattenzione in 90 minuti di ottimo livello.

Nagy 7 - Prima su Acampora, poi su Ionita e infine su Calò. Li marca praticamente tutti ed esce vincitore da ogni duello. Fondamentali i suoi raddoppi di marcatura, a tratti si trasforma in difensore aggiunto. Tra i migliori in campo.

Marin 6,5 - Non si fa condizionare dall'ammonizione e continua a sradicare palloni dai piedi degli avversari. In costante crescita di condizione fisica. Dal 90' De Vitis sv.

Mastinu 6 - Un po' impreciso nei cross e negli appoggi, ma corre talmente tanto che è assolutamente fisiologico perda lucidità in avanti. Ottimo lavoro in copertura su Acampora. Dal 63'Siega 6 - Entra in un momento di relativa difficoltà e fa il suo con ordine e qualche buona accelerazione.

Benali 7 - La sua esclusione nel match d'andata era stata piuttosto sorprendente, oggi riprende la maglia da titolare e ci mette pochissimi minuti per sbloccarla. Da una sua punizione era nato anche il potenziale 2-0, azione rovinata da Puscas. Grande spirito di sacrificio in fase di non possesso. Dal 63' Sibilli 6 - Stranamente impreciso negli ultimi sedici metri, si fa preferire quando si abbassa per difendere.

Torregrossa 6 - Il duello con Glik è una vera e propria partita nella partita. Non si vede quasi mai in avanti, ma il suo lavoro oscuro agevola gli inserimenti dei centrocampisti. Dal 63'Lucca 5,5 - Punta quattro volte Glik, per quattro volte viene anticipato. Anche in questo caso non ha dato quanto lecito attendersi.
Puscas 6 - Propizia la rete del vantaggio con un bell'assist per Benali, va vicino al 2-0 con un missile dai 20 metri che fa tremare Paleari. Rovina parzialmente la sua prestazione con una ingenuità colossale, quando è palesemente in fuorigioco ma tocca lo stesso un pallone comunque destinato ad entrare in porta. Episodio che poteva costare carissimo. Dal 79' Masucci sv.

Luca D'Angelo 7 - All'andata l'atteggiamento rinunciatario non era piaciuto, oggi è tutt'altro Pisa e il risultato premia un grande primo tempo.

BENEVENTO
Paleari 6 - Nel finale ci mette una pezza per evitare il raddoppio, non può nulla sulla conclusione vincente di Benali.

Glik 6 - Leggermente fuori posizione in occasione del gol vittoria, si riscatta alla grande soprattutto nella ripresa quando prende in consegna prima Torregrossa e poi Lapadula senza sbagliare un solo anticipo.

Barba 6 - Forse non al top fisicamente, ma ci mette cattiveria agonistica e determinazione in ogni intervento. Sufficienza meritata.

Masciangelo 6 - Rispetto alle due partite precedenti spinge di meno, ma sono enormi i meriti degli esterni avversari. Non brilla. Dal 70'Elia sv

Letizia 6 - Lo abbiamo detto tante volte: quest'anno non è stato il terzino devastante ammirato anche in categorie superiori. Ma oggi ci ha messo il cuore, fino alla fine, accompagnando con costanza l'azione offensiva pur senza indovinare la giocata giusta.

Acampora 6 - Ha cantato e portato la croce per quasi tutta la stagione, ci può stare questo calo fisico dopo mesi ad altissima intensità. A tratti fuori dal gioco, viene giustamente sostituito da Caserta. Dal 70'Viviani sv.

Ionita 5,5 - Da un po' di tempo a questa parte stanno mancando i suoi pericolosi inserimenti dalle retrovie, dà subito la sensazione di correre a ritmi più bassi rispetto agli avversari. Prende un giallo forse eccessivo e sparisce progressivamente dal match meritando la sostituzione. Dal 52'Insigne 6 - Il suo ingresso vivacizza notevolmente la manovra.

Calò 5,5 - Fa arrabbiare Caserta quando "si nasconde" ed entra pochissimo nel vivo dell'azione. Non è un caso che il Benevento crei pericoli quando è lui ad alzare il pressing portandosi costantemente nella metà campo avversaria. Ma è troppo discontinuo. Dall'85' Forte sv.

Improta 6 - Stesso discorso fatto per Acampora. E' un calciatore importante per i giallorossi, ha speso moltissimo durante la stagione e non è arrivato brillantissimo a questi spareggi. Dal 70'Moncini 5 - Non arrivano tanti palloni giocabili, ma si fa sempre anticipare. Non l'impatto necessario

Tello 6 - Un suo traversone fa venire i brividi al popolo nerazzurro, ma il pallone attraversa tutto lo specchio senza che nessuno riesca a deviarlo in rete. Alti e bassi.

Lapadula 6 - Ultimo a mollare, di gran lunga il più bravo della sua squadra. Stavolta non riesce a rendersi pericoloso e non vede mai la porta, ma alcune giocate di livello gli valgono una piena sufficienza.

Fabio Caserta 6 - Non si sa se proseguirà la sua avventura sulla panchina giallorossa, resta comunque una stagione positiva. L'obiettivo era qualificarsi ai playoff, lo ha centrato ed ha superato il primo turno sul difficile campo di Ascoli. Oggi una prova generosa, ma fisicamente il calo è evidente e di più non si poteva fare