HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi tra le italiane passerà il girone di Champions League?
  Tutte
  Juventus, Inter e Roma
  Juventus, Inter e Napoli
  Juventus, Napoli e Roma
  Inter, Napoli e Roma
  Juventus e Roma
  Juventus e Inter
  Juventus e Napoli
  Inter e Roma
  Inter e Napoli
  Roma e Napoli
  Solo la Juventus
  Solo la Roma
  Solo l'Inter
  Solo il Napoli
  Nessuna

La Giovane Italia
Serie B

Ascoli, Laverone: "Il mister è stato bravo a gestire i cambi"

16.09.2018 13:28 di Andrea Piras   articolo letto 959 volte
© foto di Federico Gaetano

Dopo il successo sul Lecce, l'esterno dell'Ascoli Lorenzo Laverone ha parlato ai microfoni della stampa: "Conosco bene Ardemagni e bei cross glieli ho fatti anche quando giocavamo ad Avellino. E' stato per me un esordio positivo, ancor più per i tre punti ottenuti. Lavoro con la squadra da una settimana e quindi col Mister in questi giorni mi sono confrontato spesso perché aveva timore che non reggessi i 90' e infatti così è stato, ma per 80' penso di aver tenuto bene, ho chiesto un paio di volte il cambio perché sapevo di non averne più e quindi era più intelligente far entrare un mio compagno. Il mister è stato bravo a gestire i cambi perché due sono stati forzati. Nella fase iniziale del secondo tempo ci siamo allungati un po' e abbiamo perso le distanze, poi siamo riusciti a fare gol e a chiudere la partita. Se il 3-4-1-2 è meglio del 3-5-2? Sono l'ultimo che può dirlo perché da quando sono arrivato abbiamo provato più il secondo modulo che il primo. Lanni? Dispiace per lui, è un elemento fondamentale per noi, spero che non sia nulla di grave e che torni prima possibile in campo".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Il livello della Serie A è in crescita, ma lo Scudetto è un'altra storia. In B e in C il caos va avanti e c'è un colpevole: non si può riformare il calcio cambiando le norme in corsa Il gioco corale della Sampdoria orchestrato da Marco Giampaolo. La nuova Fiorentina, giovane, ricca di talento e con un tridente offensivo già forte, ma potenzialmente devastante. Il calcio rapido e verticale del Sassuolo di Roberto De Zerbi, e la personalità del leader del Cagliari...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy