HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Serie B

Cosenza, Braglia: "Troppi casini nel calcio italiano"

15.09.2018 10:34 di Daniel Uccellieri   articolo letto 2276 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it

Piero Braglia, tecnico del Cosenza, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida con il Cittadella: "E’ una squadra forte, lo dice il passato recente del Cittadella e sono sicuramente più rodati di noi. Ha una base importante, senza spendere cifre incredibili. Cercheremo di fargli girare le scatole perché abbiamo i mezzi per poterlo fare. Sono pericolosi, fanno anche un bel calcio, con rotazioni in mezzo al campo continue. Dobbiamo rimanere tranquilli, compatti, cercando di fargli male appena possibile. Nel calcio italiano tutti gli anni succedono sempre questi “casini”, sta diventando una normalità e non dovrebbe esserlo. Ci sono delle regole che vanno rispettate, si trova sempre un espediente per non rispettarle. Loro tecnicamente sono molti bravi, è una squadra più quadrata e pericolosa dell’Ascoli, hanno schemi consolidati. Io mi aspetto una partita diversa da parte del Cosenza rispetto ad Ascoli, mi aspetto un’ulteriore crescita da questa squadra perché sono convinto che possiamo fare la nostra parte. Da quando abbiamo deciso di giocare 3-5-2 il nostro modo di giocare è diventato una costante perché ci da tranquillità. Non dimentichiamoci che veniamo dalla serie C, dove l’impegno non deve mancare mai. Schetino è fermo da 3 giorni e non farà parte del gruppo a causa di una distorsione alla caviglia, oggi valuteremo Garritano. Si lavora a fatica sui nostri campi di allenamento, ma spero che a breve partiranno i lavori al San Vitino, se verrà sistemato gli stessi calciatori si alleneranno più volentieri e riusciremo a migliorare quel 5/10% che conta tantissimo. Abbiamo giocatori fortissimi a centrocampo, sceglieremo all’ultimo momento cercando di optare per la formazione più adatta possibile. Noi giochiamo bassi, non cambiamo niente, facciamo rientrare tutti e ripartiamo. Non vado dietro al loro trequartista, sfrutteremo le linee di passaggio cercando e sperando di riuscire a ripartire. La carriera che ho fatto parla per me, a me piace lavorare dove c’è calore e passione, non bisogna sottovalutare Cittadella, anche lì in tantissimi si sono avvicinati a questa realtà, al club veneto bisogna solo fare i complimenti per quello che sta facendo".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

Un talento al giorno, Jerdy Schouten: nuova stellina orange L'Olanda, da sempre, è una fucina di talenti. L'ultimo nome finito sui taccuini degli scout europei è quello di Jerdy Schouten, centrocampista classe '97 di proprietà dell'Excelsior. Cresciuto nelle giovanili dell'ADO Den Haag, ha fatto il suo esordio in Eredivisie nella stagione...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->