HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Serie B

Salernitana, ds Fabiani: "Prenderemo solo giocatori funzionali"

18.01.2019 11:36 di Luca Esposito  Twitter:    articolo letto 2780 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Il direttore Angelo Fabiani, intervenuto nel corso di “TuttoGranata”, la trasmissione sportiva sulla Salernitana, in collaborazione con GranataCento e TuttoSalernitana e in onda ogni giovedi alle ore 19 sulle frequenze di Radio MPA, si è soffermato a lungo sul mercato dei granata, chiarendo anche perché è stato possibile portare per la terza volta a Salerno Joseph Minala. "Le carte federali - chiosa Fabiani - non escludono il ritorno di un calciatore in prestito per il terzo anno. Abbiamo inoltre parlato con ufficio tesseramenti che ci ha comunicato la possibilità di effettuare un nuovo prestito. Le norme federali sono soggette a continui cambiamenti, evidentemente è stata apportata una nuova norma che ci ha consentito di riprendere in prestito il calciatore”.

Sulle operazioni di mercato:Mi sembra che in giro non ci siano movimenti di mercato straordinari e con ciò mi riferisco a giocatori che possono migliorare il bagaglio tecnico della rosa. Ritengo che la Salernitana abbia allestito una squadra di tutto rispetto, bisogna dare fiducia a questi ragazzi perchè credo che non possano fare altro che migliorare. E’ chiaro, come in tutti i mercati, se c’è qualcosa in giro che può migliorare, valuteremo. In quali reparti opereremo? In tutti i reparti, in nessun reparto. Bisogna capire se il calciatore che è sul mercato rappresenta una scelta che ti migliora oppure no. Allo stato attuale credo che sostituire gente come Pucino, Jallow, Di Tacchio, Micai, Perticone, Migliorini, Gigliotti, Vitale, i due Anderson, non sia facile. Credo che bisogna apprezzare ciò che abbiamo in casa perchè non sempre l’erba del vicino è più verde della tua”.

Su un possibile addio di Casasola:  “Ha disputato una parte iniziale di campionato importante, ha realizzato tre gol, è un ragazzo del 1995, è della Salernitana e rimarrà con noi. Se ci viene richiesto da tante squadre, un motivo ci sarà. Non nascondo che altre società ci hanno chiesto altri elementi, come ad esempio Pucino, per rinforzarsi. Noi li abbiamo in casa, che facciamo li diamo via, sarebbe un’assurda incoerenza”.

Sull’involuzione di Castiglia: “Stiamo parlando di un grande professionista, un ragazzo che lo scorso anno ha realizzato nove reti con la maglia della Pro Vercelli. Sicuramente giocare in una piazza come Vercelli non è come giocare a Salerno, si possono subire dei contraccolpi psicologici. Non sarà il primo e neanche l’ultimo in ordine numerico. E’ capitato tanti anni fa con qualche altro calciatore che poi ha disputato la serie A per diversi anni. Molto dipende anche dal modulo che viene adottato, Castiglia è una mezzala d’inserimento, quando ha giocato evidentemente non si è potuto esprimere nel migliore dei modi. Fatto sta che rimane un buon giocatore, anche lui non ha espresso il suo potenziale”.

Sull’attacco dalla polveri bagnate: “Penso che nel complesso non ci siamo espressi a livelli accettabilissimi. Ora non bisogna fare un processo e vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto. Il nostro obiettivo è quello di centrare i play off, lo abbiamo ancora a portata di mano, credo che questa squadra non può fare altro che migliorare perchè se stiamo facendo un processo negativo ai minimi termini qualcosa ci deve far sperare che possiamo ancora migliorare. Dobbiamo prendere quei calciatori che evidentemente ti alzano il tasso qualitativo, ora senza voler nulla togliere ai vari Cocco, Montalto, Cissè, noi in rosa abbiamo dei calciatori di pari livello. Il mio augurio è che si possa dare fiducia a 360° a questo organico che è davvero di tutto rispetto. Non siamo mai stati dei fenomeni, ma neanche dei brocchi, per cui bisogna solo avere un pizzico di pazienza ed aspettare qualche elemento che è un attimo in ritardo di condizione. Il materiale a disposizione di Gregucci c’è, lo stesso allenatore lo ha sottolineato alla vigilia del suo incarico a Salerno, speriamo di fare qualcosa di buono. Dico di aspettare la fine del campionato prima di dare dei giudizi definitivi anche perchè con i se e con i ma non si fa nulla”.

Sull’addio di Palumbo: “Con l’avvento di mister Gregucci si è andato a modificare qualcosa dal punto di vista tattico. Inizialmente si pensava di giocare a centrocampo con delle mezzali mentre adesso si gioca con due centrocampisti, per cui Palumbo che era già penalizzato prima, lo poteva essere ancora di più in questa seconda parte di stagione ed allora ha preferito trasferirsi altrove. Il calciatore è di conseguenza rientrato alla Sampdoria che detiene la proprietà del cartellino. Scamacca? Mi rifaccio a quanto detto prima, valutiamo tutto e tutti a 360° ma non sottovalutiamo i nostri uomini”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Damiani ”La Juventus è arrivata nel momento decisivo in una condizione poco ottimale sul piano psicofisico. Tanti calciatori non erano al meglio. Ronaldo da solo non poteva certo vincere la partita. Kean ha avuto un’occasione importante e l’ha vanificata. L’Ajax ha messo in difficoltà una...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510