VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Serie B

Spezia, Gallo torna sull'episodio chiave: "Rigore sacrosanto"

16.04.2018 15:51 di Ivan Cardia  Twitter:    articolo letto 912 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Lo Spezia riparte dal pareggio contro il Frosinone, in conferenza stampa il tecnico Fabio Gallo presenta la prossima di campionato, in casa contro il Brescia: "A Frosinone ennesima dimostrazione della bontà del lavoro che stiamo portando avanti; il nostro primo tempo, uno dei migliori giocati fuori casa, avrebbe meritato il vantaggio, ma non siamo stati abbastanza cattivi e determinati. Abbiamo acuito le preoccupazioni del Frosinone, ma non essere riusciti a segnare mi ha rammaricato e preoccupato perché, in gare così, contro avversari forti, basta un episodio per cambiare il corso della partita e così è stato. Dopo il loro gol abbiamo rischiato di subire il raddoppio, questo non va bene; alla fine il pari, meritato, su un rigore sacrosanto nella cui azione ci sono addirittura due trattenute evidenti in area; per chi avesse dei dubbi, le immagini sono davvero chiare a riguardo".

La freddezza di Pessina?
"È già due anni che lo alleno, ci confrontiamo spesso dal dischetto; lo scorso anno ne ha calciati tre, anche in pieno recupero; è un rigorista, è freddo, ha capacità di aspettare il movimento del portiere. L’attesa del suo tiro è stato l’unico momento sereno di tutta la partita".

Sull'avversario.
"Domani sera arriva il Brescia, è una squadra che sta bene, in salute, che può contare su un grande finalizzatore come Caracciolo. Ha dimostrato di avere un’identità, ha guadagnato punti importanti e è vicina al traguardo della salvezza. Detto questo, sappiamo che non sarà una gara semplice, come sappiamo bene, per esperienza, che quest’anno di semplice non c’è nulla.
Dopo Cittadella, Empoli e Frosinone ci aspettano partite sulla carta meno insidiose, ma dobbiamo essere bravi a mantenere lo spirito da squadra umile, di chi deve portare a casa punti importanti, sempre. Anche nei momenti più difficili, ne siamo sempre usciti con grinta e determinazione; le altre sei gare che rimarranno dopo Brescia saranno una conseguenza della nostra prestazione di domani sera".

Sulla condizione della squadra.
"Per quanto riguarda i miei, bisognerà recuperare le energie, sia fisiche che mentali; oltre a Mastinu e Capelli fuori, Palladino si è fermato per un problema al ginocchio; oggi cercheremo di capire meglio la situazione, ma non dovrebbe farcela per il Brescia. Per Gilardino aspetto la rifinitura per capire a che punto è problema al polpaccio che lo sta condizionando. Saranno squalificati Terzi e Giani, ma Ceccaroni e Masi mi danno piena affidabilità, sono sereno perché hanno sempre lavorato bene; forse l’unico dubbio è sulla tenuta fisica, ma sono intelligenti, sapranno gestirsi. Saranno con noi anche Corbo e Mulattieri; dopo la gara contro il Frosinone abbiamo fatto richiesta ufficiale in Federazione vista l’oggettiva difficoltà numerica ed anche in considerazione del fatto che l’impegno dell’Under 18 è un’amichevole. Valuteremo se portare con noi altri ‘primavera’; quando vengono ad allenarsi a Follo non scaldano certo il banco; insieme a Corbo ci sono molti prospetti interessanti che presto saranno pronti".

Sull'esordio di Mulattieri.
"A Frosinone Samuele Mulattieri ha fatto esordio vero, non passerella di fine stagione; con la squadra in svantaggio, entrare a 20 minuti più recupero, una bella acellerata per la sua maturazione. Si è ben comportato; se si rende conto di cosa realmente può fare, ci divertiremo".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Allegri non pervenuto. Sarri, colpo Gobbo a Torino. Milan, che dolore il colpo della strega. Crisi Udinese, Oddo non pronto per questi livelli. De Canio e la bacchetta magica... Se la Juventus prepara una finale scudetto in questo modo, molto colpe sono del suo allenatore. Squadra scarica, zero tiri in porta, gente che passeggia in campo e neanche il 10% della carica agonistica che ti aspetti per chiudere i conti e ammazzare il tuo rivale. Juventus ai minimi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.