HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Serie B

Spinelli: "Faccio calcio per passione. Col Livorno ho perso 50-60 milioni"

26.02.2019 14:42 di Tommaso Maschio   articolo letto 6350 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Il presidente del Livorno Aldo Spinelli ha parlato a La Gazzetta dello Sport dei vent’anni da numero uno dei labronici: “Striscioni contro di me? Si tratta di pochi tifosi della curva, tutti gli altri mi hanno sempre detto di non mollare. In questi venti anni ho perso il conto di quante volte ho pensato di cedere, avrò incontrato 200 persone, ma poi guardavano i bilanci e scappavano. Nel calcio c’è chi guadagna e chi perde. Io faccio parte della seconda categoria. Solo gli anni di A ho chiuso in pareggio per il resto avrò perso 50-60 milioni di euro, ma il calcio è una passione e devi farlo seguendola non certo per fare soldi. - continua Spinelli – Il momento più brutto di questi anni è stata la morte di Morosini, il più bello il ritorno in Serie A dopo 55 anni e la Coppa Uefa. L’esonero che mi pento di aver fatto è stato quello di Donadoni, i rapporti si erano guastati per un giocatore che a me non piaceva e lui faceva giocare, ma se torniamo in A è la nostra prima scelta. Mazzarri? Quando ha problemi con la squadra, non affronta la situazione e tira in ballo la società, ma il suo Livorno era quello che giocava meglio. Lucarelli? È stato anche sfortunato, giocatori che si facevano male, che dovevano ambientarsi e poi aveva più pressioni degli altri allenatori, la gente pretendeva molto da lui perché è livornese”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Torino, investimenti sulle fasce per il regno di Mazzarri Il Torino a differenza di molte altre squadre di serie A, non ha il problema dell’allenatore. Proseguirà il regno di Walter Mazzarri, e ad un sovrano tattico di questa portata si cercherà di fornire un materiale di primo livello. Per questo motivo si cercherà di lavorare principalmente...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510