Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw

SPAL, Mezzini: "Il gruppo è consapevole degli errori, dobbiamo migliorare nella gestione"

TMW - SPAL, Mezzini: "Il gruppo è consapevole degli errori, dobbiamo migliorare nella gestione"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
sabato 17 ottobre 2020 17:52Serie B
di Lidia Vivaldi
fonte Davide Soattin

In 90 minuti intensi e ricchi di emozioni la Spal è passata dallo svantaggio alla rimonta, fino al pareggio per 3-3 frutto della reazione finale del Pordenone. Nel post partita il vice di Pasquale Marino, Massimo Mezzini, ha analizzato la prestazione della squadra:

Come si spiega l'ennesimo calo nel finale?
"Bisogna continuare a credere in quello che facciamo, se non è sufficiente in questo momento, dobbiamo fare di più. Il gol nel finale è stato causato da un episodio casuale, un fallo di mano che purtroppo è capitato. Non la vedrei così negativamente."

Spal a tre facce: un inizio negativo, un'ora ottima e un finale in trincea.
"Nei primi 15 minuti abbiamo subito due gol ma avevamo anche fatto cose a mio avviso buone, eravamo stati i primi a portarci in attacco. Il Pordenone è stato bravo a rubarci palla, purtroppo abbiamo fatto qualche errore di troppo e loro sono stati bravi a sfruttarlo. Nell'ora "centrale" di gioco è stata una buona Spal, sul finire c'è stato qualche calo sia fisico che mentale, veniamo da periodi negativi riguardo agli ultimi minuti. Passerà, continueremo a migliorare."

TMW: cosa ha detto a Murgia a fine gara?
"Non si dice niente, era il primo ad essere dispiaciuto. Ha avuto la foga di ripartire perché c'era l'avversario che aveva perso il tempo. Ha fatto un rimbalzo particolare, e questo è quanto."

TMW: cosa serve a questa Spal per portare finalmente a casa i 3 punti, e cosa non si è ancora visto in campo di quanto chiede il mister?
"Dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo, consapevoli del fatto che stiamo facendo molte cose buone, mentre altre sono da migliorare. Sui dettami di Marino dobbiamo migliorare un po' nella proprietà e nella gestione della gara, c'è stato un momento in cui dovevamo trovare la maniera di fare un altro gol."

La Spal tende a speculare sugli errori altrui piuttosto che imporre il proprio gioco?
"Non credo sia così, il Pordenone ha segnato sfruttando i nostri errori e ingenuità. Quando si va in pressione sull'avversario e si conquista la palla c'è sia l'errore dell'avversario sia la bravura di chi va in pressione. Gli errori degli avversari sono spesso frutto della pressione che porta l’altra in fase di non possesso."

Sacchi troppo permissivo nella gestione della gara?
Non mi è parso particolarmente permissivo. L'unica cosa che non mi è stata tanto chiara sono i molti cartellini nei nostri confronti, nell'episodio dell'ammonizione di D'Alessandro a mio avviso è stato lui a prendere la palla in netto anticipo. Non penso abbia influito la direzione di gara, dobbiamo essere bravi, indipendentemente dal modo che ha l'arbitro di gestire la gara."

I punti persi con oggi diventano 4, può pesare sul gruppo?
"Non credo, perché se la squadra è consapevole di ciò che sta facendo, arriveranno momenti in cui dal nostro atteggiamento guadagneremo maggiormente."

Pagata l'assenza di un centravanti di peso in grado di fare salire la squadra nel finale?
"In quei frangenti è importante, ma chi è subentrato ci ha messo l'anima anche se non sempre è riuscito a fare ciò che voleva fare. Il gruppo è consapevole degli errori che commette, è il primo ad esserne cosciente, questa secondo me è una cosa positiva."

L'affanno nel finale è dovuto ad una condizione fisica non ancora al massimo?
"Penso che testa e fisico vadano una a supporto dell'altra. C'è una crescita che dobbiamo continuare a fare sotto l'aspetto dell'energia psicofisica, e cercare sempre di essere un po' più bravi dei nostri avversari. Nel finale ci siamo abbassati anche per la veemenza dell'avversario che mandando in avanti palloni ti obbliga ad abbassarti, quando non riesci più a fare pressione sui loro difensori. Il Pordenone poi ha attaccanti scaltri, intraprendenti sulle palle lunghe, può subentrare l'apprensione".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000