HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere del Mondiale?
  Cristiano Ronaldo
  Lionel Messi
  Neymar
  Romelu Lukaku
  Harry Kane
  Antoine Griezmann
  Denis Cheryshev
  Sergio Aguero
  Gabriel Jesus
  Diego Costa
  Timo Werner
  Dries Mertens
  Luis Suarez
  Kylian Mbappé
  Artem Dzyuba
  Edinson Cavani
  Falcao
  Mario Mandzukic
  Thomas Muller
  Altro

Serie C

ESCLUSIVA TMW - Colella: "Capisco le preoccupazioni dell'AIC"

11.08.2017 15:36 di Raffaella Bon   articolo letto 2727 volte

L'ex tecnico di Como e Siena Giovanni Colella ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com della Serie C al via che vedrà 57 squadre al via dopo il ripescaggio del Rende: “Passare da 60 squadre a 57 non è corretto perché scompaiono tanti posti di lavoro. Magari sarebbe stato meglio ridurre il numero di squadre in maniera programmata, non a causa di defezioni dell'ultima ora. Messina e Como nella passata stagione hanno fatto un campionato senza essere in regola per esempio e questo ha portato a un cambio dei regolamenti che spero voglia dire maggiori controlli”.

Cosa pensa del possibile sciopero dei calciatori?
“Il fatto di posticipare il pagamento degli stipendi a metà settembre non fa piacere a nessuno e comprendo bene la posizione dell'AIC. Ulivieri? Non ho capito la sua posizione, sono rimasto perplesso. Sicuramente eliminare dei posti di lavoro è discutibile, però non è neanche giusto assecondare società che falliscono e non premiare altre come Lumezzane o Savona che sono storiche e in regola. Bisogna premiare le società sane e positive, non assecondare chi non rispetta le regole”.

Preoccupato anche per il suo futuro con questa riduzione?
“Il nostro lavoro era già difficile prima e rimarrà complicato adesso”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

Samp, Pradé: "Mancato arrivo di Ilicic il rimpianto più grande" Durante la conferenza stampa di addio alla Sampdoria il direttore sportivo Daniele Pradé ha parlato del suo rimpianto in blucerchiato e delle principali soddisfazioni: "Il mio più grande rimpianto è non esser riuscito a portare Ilicic per varie situazioni continenti. Le soddisfazioni?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy