HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere della Serie A 2018/19?
  Cristiano Ronaldo
  Gonzalo Higuain
  Mauro Icardi
  Ciro Immobile
  Edin Dzeko
  Dries Mertens
  Paulo Dybala
  Gregoire Defrel
  Arkadiusz Milik
  Duvan Zapata
  Krzysztof Piatek
  Mario Mandzukic
  Leonardo Pavoletti
  Altro

La Giovane Italia
Serie C

ESCLUSIVA TMW - Dg Catanzaro: "Esonero atipico, Dionigi per il rilancio"

11.10.2017 12:33 di Raffaella Bon   articolo letto 3516 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoLegaPro.com

"Quando una società esonera un allenatore significa che si è sbagliato nella valutazione". A TMW, il direttore generale del Catanzaro Francesco Maglione analizza il complicato avvio di stagione dei calabresi: "Devo dire che Erra è un ottimo tecnico, oltre a essere un professionista serio e preparato di grande valore morale. Ha ottime qualità professionali sotto qualsiasi profilo, purtroppo non è scattata la giusta alchimia, non c'è stato feeling".

Fino all'esonero.
"Saranno i fatti a dire se abbiamo fatto bene, al di là dei risultati, in linea con i programmi. Non è stato un esonero dovuto a una crisi di risultati, ma ad alcune prestazioni come l'ultima (contro il Rende, ndr).
Abbiamo avuto la sensazione che non fosse scattata l'alchimia giusta tra allenatore e squadra.
Non facevamo un calcio con caratteristiche tali da portare entusiasmo tra i tifosi".

Cosa vi aspettate da questa stagione?
"Abbiamo sempre detto che per noi deve essere un'annata di crescita e assestamento. La proprietà ha rilevato il Catanzaro tre mesi fa, salvandolo da un rischio concreto di fallimento. Avevamo detto che in primo luogo serviva riavvicinare il pubblico alla squdra, proponendo un certo tipo di calcio. Ci siamo resi conto che non siamo riusciti a dare la giusta risposta alla tifoseria, ora abbiamo dovuto fare una scelta dolorosa con questo esonero atipico".

Come è nata la scelta di puntare su Dionigi?
"È sempre stato, sin da martedì sera, il profilo individuato da noi perché risponde alle nostre esigenze. Speravamo in una prestazione diversa da parte della squadra ma in realtà la reazione non c'è stata e abbiamo realizzato che dovevamo cambiare. Volevamo puntare su un allenatore fermo che voleva rilanciarsi con grandi motivazioni; Dionigi poi sia a Taranto che con la Cremonese ha dimostrato di avere la capacità di valorizzare il materiale tecnico a disposizione, puntando su alcuni principi di calcio che a noi piacciono molto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

Un talento al giorno, Juan Miranda: terzino dal fisico esplosivo Cresciuto nel Betis e consacratosi (a livello giovanile) nel Barcellona, il giovane difensore classe 2000 Juan Miranda può giocare come laterale di sinistra o come centrale del reparto a quattro. Già nazionale iberico Under 19, il mancino di Olivares si è distinto sia in Youth League...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy