HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Serie C

ESCLUSIVA TMW - Ds Vibonese: "Peccato per il finale, ma gran stagione. Resto"

15.05.2019 21:37 di Ivan Cardia  Twitter:    articolo letto 1991 volte

Dopo aver sognato i playoff, la Vibonese ha concluso la stagione con una salvezza tranquilla e guarda al futuro. Ne abbiamo parlato col ds dei calabresi, Simone Lo Schiavo: "Sicuramente il bilancio è positivo, peccato per il finale però in generale possiamo ritenerci soddisfatti di aver centrato l'obiettivo senza patemi d'animo e con largo anticipo. Fino a febbraio abbiamo fatto un campionato nella parte sinistra della classifica: se fossimo arrivati ai playoff sarebbe sarebbe stato il coronamento del percorso iniziato in D l'anno scorso. Così non è stato, ma possiamo guardare al futuro con ottimismo".

Si avvicina il mercato, ci sono stati anche altri interessamenti per lei. Cosa farà?
"Mi hanno contattato altre società, però la mia priorità resta la Vibonese: è la squadra della mia città, per cui tifo. Mi hanno dato fiducia, credendo in me dal primo minuto e affidandomi un ruolo delicato. Sarò sempre riconoscente e mi piacerebbe continuare il mio lavoro qui, il percorso è ancora in itinere quindi vorrei restare a Vibo. Ci incontreremo con la società per valutare il mio rinnovo e programmare la stagione insieme".

Che stagione sarà?
"Sarà complicata, ai nastri di partenza ci saranno squadre importantissime. Tra le novità degli over e le grandi piazze retrocesse dalla B o promosse dalla D, il livello si alzerà tantissimo. L'obiettivo primario resta la permanenza in Serie C: per Vibo è un patrimonio da non disperdere e un motivo di vanto per la città intera. Poi chi vivrà vedrà".

Quella in corso si sta concludendo coi playoff. Quali sono le favorite?
"Sono sempre un terno al lotto. Ho visto dal vivo la Reggina: chi è favorito sente il peso della partita e poi ci sono una serie di fattori importanti, tra cui la condizione fisica e quella mentale. Senza dimenticare che una squadra ha due risultati su tre a disposizione. Secondo me Catania e Catanzaro potranno dire la loro, se manterranno la concentrazione, soprattutto in partite tirate come le prossime. Però in generale non credo vi sia una vera e propria favorita. Monza, Feralpisalò, Piacenza: ci sono squadre importanti. Comprese le outsider, che possono fare degli scherzetti alle più blasonate".

Palermo e playout, nuovo caos nel calcio italiano.
"Siamo alle solite. Purtroppo la mancanza di regole certe e l'incertezza che ha vissuto quest'anno il campionato di C si sono riversate anche sulle ultime vicende. Si parla di una retrocessione a tavolino e un playout annullato: non penso che giuridicamente sia una cosa possibile. Secondo me, come ha detto anche l'avvocato Di Cintio, la Lega B non era competente a prendere una decisione del genere. Si rischia di falsare ancora di più il campionato. Serve ripartire da zero, fare tabula rasa anche a livello normativo: stiamo diventando lo zimbello d'Europa, in Germania o altrove una cosa del genere sarebbe impensabile".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 19 maggio JUVENTUS, PARTE IL TOTO ALLENATORE: SARRI E INZAGHI LE DUE IDEE PRINCIPALI. LA ROMA PENSA A BIELSA, MA C’È IL CELTA VIGO. INTER, SEMPRE PIÙ ANTONIO CONTE. MILAN, LA FEDERAZIONE BRASILIANA PENSA A LEONARDO - Dopo l’addio di Massimiliano Allegri la Juventus cerca un nuovo allenatore....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510