HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Milan punta su Pioli: la scelta vi convince?
  Si, è l'allenatore giusto
  No, era meglio confermare Giampaolo
  No, serviva un altro allenatore

La Giovane Italia
Serie C

FOCUS TMW - Serie C, Top 11 girone C: Castaldo si porta a casa il pallone

3-3-1-3
17.09.2019 09:03 di Luca Esposito  Twitter:    articolo letto 2217 volte
© foto di Giuseppe Scialla

Nel girone meridionale si registrano tanti risultati a sorpresa che confermano l'imprevedibilità di questo girone. La Ternana cade in casa col Monopoli e perde imbattibilità casalinga e possibilità di agganciare la vetta: i pugliesi hanno meritato il successo, costruito sulla pazienza e sulla capacità di saper soffrire senza esporsi. Rinasce il Catania, ma la Viterbese ha lasciato il campo tra mille proteste per il rigore fischiato dall'arbitro obiettivamente inesistente. Spettacolare 2-2 tra Paganese e Francavilla, quattro gol in 20 minuti e un Francesco Scarpa in formato super. Il gol di giornata lo segna Bombagi: il suo Teramo batte la Cavese e condanna all'ennesimo esonero mister Moriero. Termina 1-1 il posticipo tra Bari e Reggina giocato in una bella cornice di pubblico. Di seguito la Top 11 di TuttoMercatoWeb dopo la quarta giornata di campionato nel girone C:

Portiere

Raffaele Ioime (Potenza): il Bisceglie non entra mai in partita, ma sono le classiche gare in cui diventa complicato mantenere la concentrazione. E lui non si è fatto mai sorprendere.

Difensori

Daniele Celiento (Catanzaro): altra performance di livello per la colonna della retroguardia giallorossa, professionista esemplare che ha immediatamente conquistato la fiducia di mister Auteri.

Antonio Giosa (Potenza): il calcio d'angolo battuto da Emerson è perfetto, per uno come lui è un gioco da ragazzi toccare il pallone di quel tanto che basta per spedirlo in fondo al sacco con un destro sempre educato e preciso nonostante il ruolo difensivo

Arensi Rota (Monopoli): c'era grande curiosità per vedere all'opera l'esterno basso greco a cospetto di una squadra forte come la Ternana. Non ha tradito le attese, mostrando personalità e capacità di calarsi immediatamente nella realtà del calcio italiano

Centrocampisti

Francesco Bombagi (Teramo): condanna definitivamente la Cavese e mister Moriero tirando fuori dal cilindro un missile dai 20 metri che si è insaccato all'incrocio dei pali, forse il gol più bello della giornata. "Qui si gioca per vincere e ci toglieremo grandi soddisfazioni" ha dichiarato al momento della chiusura di una lunga trattativa, grazie alla sua qualità gli abruzzesi possono essere la rivelazione del girone C.

Angelo D’Angelo (Casertana): l’ex Avellino sfrutta l’ennesimo svarione difensivo del Rieti, raccoglie la palla al centro dell'area di rigore, e scarica il pallone nel sacco. Essenziale.

Alessandro Di Paolantonio (Avellino): ma che bella sorpresa questo ragazzo, capace di mettersi in mostra anche nel grigio esordio col Catania. Bravissima la società a scovarlo dal nulla e dargli fiducia tra i professionisti, strepitoso lui a caricarsi la squadra sulle spalle a suon di gol e giocate spettacolari. Contro il Picerno la sua conclusione dai 25 metri non lascia scampo a una vecchia volpe come Pane, una sassata imprendibile che merita la copertina di giornata.

Trequartista

Francesco Scarpa (Paganese): entra in corso d’opera e segna l’ennesima doppietta in carriera con la maglia azzurrostellata per l'eterno capitano idolo del Torre. Protagonista principale di un finale vietato ai deboli di cuore: segna l'1-0 con un perfetto colpo di testa su assist del giovane Gaeta, poco dopo sigla il 2-1 sfruttando una corta respinta del portiere della Virtus. Ultimo ad arrendersi, condizione fisica da fare invidia anche a tanti under che militano in categoria.

Attaccanti

Luigi Castaldo (Casertana): troppo forte per la difesa giovanissima del Rieti, bucata tre volte in 30 minuti. L'1-0 nasce da un cross di Zito sul quale si avventa come un falco, la doppietta arriva su calcio di rigore, il tris è frutto di un errore incredibile del portiere Pegorin. E pensare che a inizio gara si pensava ad una sostituzione per problemi fisici...

Sergio Bubas (Vibonese): due assist di Prezioso, due conclusioni perfette che non hanno lasciato scampo al portiere. Un Rende troppo brutto per essere vero si piega a cospetto di un ragazzo di grande qualità e che ha corso per tutta la gara nonostante il gran caldo. Domenica di gloria, si attendono conferme contro avversari di maggiore caratura.

Federico Vazquez (Francavilla): da calciatore umile e intelligente si è soffermato sul risultato della squadra e non sulla sua ottima prestazione condita da una pesantissima doppietta. Qualche brivido di troppo sul rigore calciato al 92' (prima lo sbaglia, poi la butta dentro), ma la rete dell'1-1 è esempio di cattiveria e fame agonistica. Nell'occasione legge in anticipo l'errore della difesa della Paganese e batte il portiere con un sinistro in diagonale.

Allenatore

Giovanni Ignoffo (Avellino): sta scrivendo una bellissima pagina della gloriosa storia di questa squadra. Tre vittorie consecutive con un gruppo giovane, assemblato in extremis, con tanti problemi societari alle spalle e un ambiente in fibrillazione. Tanta roba, c'è solo da applaudire.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

Torino, il motore a pieni giri: tre ingredienti decisivi Far girare il motore a pieni giri è l’obiettivo principale di Mazzarri per il ritorno del campionato dopo la sosta dovuta alle nazionali. Al di là degli assenti impegnati con le rispettive selezioni, ciò che principalmente premerà al tecnico dei granata è l’inserimento completo dei...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510