HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

La Giovane Italia
Serie C

Monza, dt Andrissi: "Monguzzi ci darà grinta"

13.05.2012 11:18 di Ivan Cardia   articolo letto 4869 volte
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com

Conferenza stampa in casa Monza dopo l'esonero di Gianfranco Motte e l'arrivo in panchina di Riccardo Monguzzi, che avrà il compito di guidare i brianzoli nei playout ormai prossimi. Queste le parole di Gianluca Andrissi, direttore tecnico del Monza, riprese da tuttolegapro.com: "È stata una scelta ponderata. C'era bisogno di cambiare la guida, ma con Gianfranco (Motta, ndr) ci siamo lasciati molto bene. Mister Motta è una persona che stimiamo molto e con noi ha fatto 34 gare. Purtroppo c'è stata quella gara decisiva contro il Pisa, dopo una cavalcata importante al quale il mister ci ha portato. Nel girone di ritorno sono stati fatti 20 punti e mancavano due giornate alla fine. Tutti avevamo sognato di arrivare a 23 punti nella gara col Pisa e sicuramente se fossero arrivati saremmo andati a Benevento con un altro spirito. Come aveva ricordato mister Motta, la partita col Pisa è stata un po' strana. Nel momento in cui poteva sembrare che arrivasse il nostro gol, ne abbiamo preso uno molto ingenuo. Ora abbiamo fatto una scelta interna, perché crediamo molto nel mondo dei giovani e nei nostri allenatori. Non è un caso la scelta di Ricky: un allenatore determinato, preparato, che ha già fatto esperienze in Prima Squadra, che ha giocato nel Monza e che ha allenato tanti anni nel vivaio. Per noi era importante in questo momento avere un tecnico grintoso e pronto. E lui si è fatto trovare prontissimo.

In questo calcio esasperato, l'allenatore viene mandato via anche solo dopo due partite oppure quando è secondo in classifica. Noi abbiamo fatto una scelta controcorrente, che a mio avviso è stata premiata, anche se io sono con la Prima Squadra solo da gennaio e non ho vissuto i mesi precedenti. Bisogna dare merito a Motta, che ha fatto i suoi 20 punti nel ritorno e che li ha fatti in partite pesanti. Era stata fatta un'ottima scelta così come lo è quella attuale, ponderata e studiata, meditata e non improvvisa.

Io allenatore? Il mio nome viene fatto sempre quando non è il momento. Io ho un altro ruolo, ben preciso: ho iniziato col vivaio e lo seguo tuttora. Vivo a Monza sette giorni su sette, dalla mattina alla sera. Voglio bene al Monza e non molliamo un attimo. Ricordo, infine, che le scelte tecnico-tattiche saranno del mister: lo sono state con Gianfranco e lo saranno con Riccardo. Poi è chiaro che c'è molto confronto: riunioni con lo staff e con gli osservatori. Ricky è sul pezzo ogni momento, guardando video e lavorando.

Magnoni (il presidente, ndr) e Seedorf sono al corrente di tutto. Con Magnoni abbiamo fatto tante riunioni e Seedorf è venuto recentemente a parlare e a caricare la squadra in maniera molto serena".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

...con Malagnini “Non penso che il Palermo possa fare più niente. La fideiussione andava depositata entro il 24/06. Con la nuova legge non si può più integrare la documentazione, a meno che non ci sia un errore di valutazione della Covisoc”. Così a TuttoMercatoWeb l’avvocato esperto di diritto sportivo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510