HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Serie C

TMW - Monopoli, Scienza: "Vittoria pesante, ingiusto parlare di crisi"

14.02.2019 01:05 di Stefano Sica   articolo letto 1788 volte
© foto di Jacopo Duranti/tuttolegapro.com

Quinta vittoria esterna per il Monopoli, che batte la Paganese a domicilio (3-1) e balza momentaneamente al quinto posto in attesa del match casalingo della Reggina, che insegue ad un punto, contro il Potenza. Gara sostanzialmente archiviata già nel primo tempo con i centri nella prima mezz'ora di Mangni e Gerardi (poi espulso prima dell'intervallo per doppia ammonizione), col tris definitivo di Paolucci a metà ripresa. Gol azzurrostellato di Perri al 90'. Per il tecnico biancoverde Beppe Scienza, intervenuto ai microfoni di TuttoMercatoWeb, l'obiettivo play-off è più di un sogno. "Dobbiamo chiudere questo ciclo tremendo che vede alle porte Juve Stabia e Catanzaro - il suo esordio -. Abbiamo avuto un inizio 2019 molto impegnativo a causa di tante gare ravvicinate tra cui quella di Coppa Italia giocata ai supplementari. L'obiettivo play-off è vivo e tangibile, ma la strada è ancora lunga".

La vittoria di Pagani mette fine ad una mini crisi arrivata dopo le sconfitte con Trapani e Viterbese.
"Sì, sono stati due stop che avevano incrinato un po' la nostra autostima. Per questo la vittoria con la Paganese è stata molto importante per noi. E non è stato un successo scontato come si poteva pensare erroneamente alla vigilia: loro, a mio avviso, avrebbero meritato di vincere col Potenza e anche col Catanzaro avevano disputato una buona partita. Temevo questo impegno per vari motivi: un po' per le condizioni del campo, un po' perché la Paganese si giocava buone chance in chiave salvezza. Questi tre punti ci danno serenità, anche se ora dobbiamo concentrarci subito sulla Juve Stabia".

Da un punto di vista tattico si aspettava una Paganese a tre dietro dopo gli esperimenti col 4-3-1-2?
"In effetti col rientro di Scarpa, immaginavo che si disponessero col rombo. Devo fare i complimenti a Mangni e Gerardi: hanno fatto una grandissima prestazione, mettendo in difficoltà la loro difesa per tutto il primo tempo. Al di là delle rispettive disposizioni tattiche, abbiamo vinto diversi duelli individuali e siamo riusciti a giocare palla a terra provando a creare sempre dei presupposti importanti per fare gol. Vedo più meriti nostri che demeriti della fase difensiva della Paganese. Anzi, a mister De Sanzo vorrei dire di non mollare. E' un amico e immagino che stia vivendo momenti duri. Tutti ci siamo passati, ma lui deve continuare a lavorare come sta facendo perché la Paganese è una squadra viva nonostante la classifica".

Raggiungere i play-off per il secondo anno consecutivo sarebbe un grande traguardo per una società che ormai dimostra stabilità e capacità progettuale.
"E' vero, la nostra è una società seria, nella quale tutti quelli che ci lavorano dentro portano il loro contributo. Ho dei giocatori speciali e tutto il gruppo di lavoro scelto dalla società è serio ed affidabile. Ecco perché mi è dispiaciuto sentir parlare di crisi del Monopoli solo per aver perso contro due avversari fortissimi come Trapani e Viterbese. Non mi pare un disonore fermarsi con due squadre di questa portata. Siamo quinti con due punti di penalizzazione e una partita in meno. Parlare di progetto a lungo termine in C forse è eccessivo, ma di sicuro a medio termine c'è. Mi piacerebbe che tutti capissero che confermarsi tra le prime 10 non è mai facile né scontato. Quello che stiamo facendo acquisisce ancora più valore soprattutto se pensiamo a chi abbiamo dietro: Reggina, Casertana, Viterbese, Potenza, solo per citarne alcune. Io mi ritengo una persona ambiziosa ma nello stesso tempo umile, e so che c'è da lavorare ancora tanto. Spiace quando qualche incidente di percorso viene subito interpretato come una crisi o come un segno di resa della squadra".

Anche i tifosi hanno fatto la loro parte seguendovi in una cinquantina in un giorno feriale.
"Sono stati straordinari. In settimana abbiamo avuto delle manifestazioni d'affetto incredibili. Domenica scorsa qualcuno aveva offeso la squadra e il sottoscritto, mentre i veri tifosi sanno che stiamo dando l'anima per la loro città. Sappiamo che ci vogliono bene e il nostro sogno è quello di regalare loro grandi soddisfazioni. Non è semplice ma ci proveremo".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

FOCUS TMW - Classifiche a confronto: -2 Juve, +6 Atalanta. Fiorentina: -17! Classifiche a confronto a 90 minuti dalla fine della Serie A 2018/19. Rispetto a un anno fa, la Juventus campione d'Italia ha due punti in meno. Meno nove per il Napoli, che ha confermato il secondo posto, addirittura meno undici per la Roma che, a meno di clamorosi ribaltoni, resterà...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510