HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Serie C

V. Francavilla, D'Agostino: "Con l'Akragas gara più difficile dell'anno"

11.11.2017 23:50 di Alessandra Stefanelli   articolo letto 1529 volte
© foto di Federico De Luca

Il tecnico della Virtus Francavilla Gaetano D’Agostino ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro l’Akragas. Ecco quanto riportato dai colleghi di TuttoC.com: "Per me, come ho già detto ai ragazzi, sarà la partita più difficile dell'anno. Solo con le qualità tecniche non si va da nessuna parte, ci vuole grinta, voglia di vincere. È un calcio totale, se hai tutte le componenti fai bene, altrimenti fai fatica. E così deve essere contro l'Akragas. Ai ragazzi ho anche chiesto solo una cosa: non sbagliare atteggiamento. Già è difficile preparare queste sfide ravvicinate, giocheremo anche su un campo non in perfette condizioni. La gara non va preparata tecnicamente, ma mentalmente. La fame è tutto, io nel momento in cui non ho avuto più fame sono passato dal Real Madrid alla Serie D in tre anni. Puoi allenarti bene quanto vuoi, ma è la risposta sul campo che conta. E quando fai male nel calcio non ne risente il singolo, ma tutta la squadra. Altrimenti vai giocare a tennis, a flipper, perdi o vinci te la puoi prendere solo con te stesso. Ci vuole responsabilità di gruppo. Il modulo non conta neanche, nella partita dell'Italia con la Svezia io non ho capito loro con che modulo giocavano. Ci hanno messo responsabilità, hanno menato per 90 minuti. Poi si può dire che sono stati rudi, hanno dato gomitate, l'arbitro non ha capito niente ad un certo punto, ma intanto hanno vinto. Non esiste più chi gioca bene o chi gioca male, esiste solo la distinzione tra chi vuole vincere e chi non vuole vincere. Valuterò chi mettere in campo, ma voglio undici animali, perché solo con undici animali si può battere l'Akragas".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

L’anima Latina del derby della Madonnina C’è un’anima latina nel derby di Milano. C’è un’aura di imprevedibilità nell’evidente tentativo di rilancio che le due metà della città più operosa d’Italia stanno cercando di perseguire e portare a termine nell’anno che deve essere quello della rinascita. Un obiettivo tangibile,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy