HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Serie C

Venezia, Cosmi: "All'inizio eravamo terrorizzati, tre punti pesanti"

14.04.2019 00:04 di Alessandra Stefanelli   articolo letto 2295 volte
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com

Il tecnico del Venezia Serse Cosmi ha commentato così la gara vinta contro il Foggia: “Sono tre punti pesantissimi, è ovvio. L’importanza di questa partita era chiara praticamente a tutti. All’inizio eravamo terrorizzati, il Foggia ha preso subito la metà campo nostra e quando potevamo ripartire abbiamo sbagliato tantissimi passaggi. Una situazione simile a quella col Cittadella. L’episodio del rigore ci ha dato carica, se non altro quando recuperavamo palla. Il Foggia ha 36 punti, so che contano quelli che ci sono sul campo, ma bisogna ricordarlo. E’ in una situazione di classifica in cui non penso sarebbe stata se non avesse avuto la penalizzazione. Vorrei che la mia squadra giocasse un calcio migliore, ma adesso bisogna guardare la praticità e conta la classifica. Abbiamo fatto un passo importante, adesso ci sono altre cinque partite. Tacopina mi ha preso puntando su di me, perché credeva in me e questo mi ha dato molta responsabilità. Sarebbe bastato vincere una partita fra le tre contro Palermo, Cremonese e Cittadella e probabilmente non saremmo stati in questa situazione. Bruscagin su Zambelli teoricamente sarebbe stata una partita alla pari, ma ho cambiato fascia e Lombardi si è adattato bene sulla fascia sinistra. Guardo l’atteggiamento della mia squadra, all’inizio eravamo terrorizzati. Se noi giochiamo col Foggia sempre con questo atteggiamento, faremo fatica a portare via i punti. Alcuni pareggi ce li siamo un po’ cercati. devi essere consapevole che nel momento in cui recuperi palla. Siamo stati costretti a giocare così, non è certo il mio ideale di calcio. Sono quattro anni consecutivi che tutte le partite che gioco sono decisive. Non riesco a giocare una partita serena, psicologicamente mi sto abituando a questa situazione. Anche in panchina ci vuole equilibrio, sono felice di questo successo. Alleno una squadra che tira poco in porta, abbiamo il peggior attacco del campionato. Pensavate che arrivando io sarebbe diventato il migliore? Voi datemi i giocatori del Foggia e poi vedrete che tireremo più in porta…”, riporta Trivenetogoal.it.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Benzema è rinato, al Real segna solo lui. Ed è testa a testa con Pavoletti "Benzema, testa d'oro" titola Marca oggi in edicola. Il francese ha staccato Leonardo Pavoletti nella specialità dei gol di testa ed è il migliore fra i Top 5 campionati d'Europa con 11 gol (contro i 9 del cagliaritano). Il quotidiano spagnolo tiene in considerazione tutte le competizioni,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510