VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Serie D

Crema, ingaggi top per la fuoriserie della categoria

19.05.2017 12:23 di Gianluigi Longari  Twitter:    articolo letto 460 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Con i soldi propri ognuno può fare quello che vuole. La regola è semplice e vale da sempre. Anche se in serie A, B e in Europa non è più così. Dal Fair Play Finanziario al Salary Cap. Nel calcio di Provincia fanno rumore le spese del Crema. Squadra ricca, forse troppo, addirittura da attirare le attenzioni della Lega Nazionale Dilettanti e della Figc che hanno deciso di vigilare sulle folli spese del club una volta che il club avrà provveduto all'iscrizione in vista del prossimo campionato. Quest'anno ha vinto il campionato di Eccellenza, con l'ex juventino Porrini in panchina, ed è stato promosso nel girone B di serie D, lo stesso del Monza appena promosso in Lega Pro. Un pullman stile Juventus in giro nei campetti di periferia e ingaggi superiori a molte società di serie B. I due attaccanti, Marrazzo e Zenga JR, hanno incassato più di molti attaccanti di B. Tutto normale? Probabile ma bisogna considerare che in Eccellenza, come in D, la Lega non riconosce contributi. Un mercato "drogato" che potrebbe presto attirare l'attenzione delle istituzioni, in quanto la FIGC chiede chiarezza, in generale, sulle proprietà e sulla provenienza dei soldi.
In serie D, quest'anno, ha fatto scalpore la vicenda Varese. Cambi di società e calciatori che, per mesi, non hanno percepito soldi. Assegni post datati e nuovo cambio di proprietà.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Le pagelle di Cengiz Under: sparizione improvvisa e deludente Mai in partita, Cengiz Under ricorderà la sua prima semifinale di Champions League come 45 minuti di nulla assoluto, una scelta a cui Di Francesco rimedia già nell'intervallo, mandandolo anticipatamente sotto la doccia. Peccato, perché al turco la personalità non difetta ma non ieri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.