HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Sudamerica

Caso Neymar, i legali della ragazza: "Prima denuncia non era per stupro"

La rinuncia al mandato dello studio che aveva ricevuto incarico
04.06.2019 13:05 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 17464 volte
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - ROMA, 4 GIU - Un nuovo colpo di scena nel caso Neymar: lo studio legale incaricato in un primo tempo dalla ragazza brasiliana che accusa il brasiliano rivela di aver rinunciato al suo mandato perche' la richiesta iniziale era di una denuncia "per aggressione, non per stupro. La donna, secondo la Fernandes Abreu Advogados, avrebbe riferito ai legali "che il rapporto avuto con Neymar Jr. era stato consensuale, ma che durante l'atto il giocatore era diventato violento" e l'aveva di fatto aggredita. La rescissione del mandato, ha spiegato al Jornal Nacional l'avvocato José Edgard da Cunha Bueno Filho, è dovuta anche a una divergenza sulla linea legale da seguire. "Ero contro ogni azione eclatante", le sue parole. Gli ormai ex legali della donna, secondo quanto racconta Globoesporte, avevano avuto un incontro con i rappresentanti di Neymar lo scorso mercoledì: in quell'occasione era stata respinta ogni ipotesi di transazione giudiziaria in ambito civile.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Sudamerica

Primo piano

FOCUS TMW - Brexit più vicina. Come cambiano Premier e calciomercato Nel Regno Unito tiene banco la questione Brexit. L'argomento è caldissimo visto l'accordo trovato ieri, dopo mesi di trattative, fra il premier britannico Boris Johnson e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker per l'uscita dall'Unione Europea. Ora resta solo l'ultimo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510