HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » torino » Ex granata
Cerca
Sondaggio TMW
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

Mito granata: Abedì Pelé

26.09.2019 04:00 di Marcello Ferron    per torinogranata.it   articolo letto 200 volte
Fonte: Wikipedia.org
Mito granata: Abedì Pelé
© foto di Balti Touati/PhotoViews

Abedi Pelé, è un nome ancora oggi ricordato con affetto nell'ambiente granata. Abedi ha giocato nel Torino per due stagioni, dal 1994 al 1996, ed ha certamente lasciato un ricordo positivo nella tifoseria torinista. Nato a Domé il 5 novembre 1964, ha iniziato la sua carriera nel Tamale United, squadra ghanese nella quale milita dal 1980 al 1982. In Europa, dopo una prima in Svizzera allo Zurigo, poi, nel 1987 arriva in Francia, dove veste la maglia del Niort, club di seconda divisione, ma è con l'Olympique Marsiglia che troverà la sua consacrazione internazionale.

Nelle prime due stagioni all'OM trova poco spazio, e nella stagione 1989-90 passa al Lille, dove realizza 16 reti. Ritorna poi a Marsiglia, dove riuscirà a consacrarsi a livello internazionale. Disputa con il club marsigliese due finali di Coppa dei Campioni/Champions League, perdendo nel 1991 in finale contro la Stella Rossa a Bari, ai calci di rigore, e vincendo, nel 1993, a Monaco di Baviera, contro il Milan di Fabio Capello. Dopo una stagione al Lione, nel 1994 arriva in Italia, acquistato dal Toro.

La prima stagione di Abedi in granata è di livello assoluto, con il centrocampista ghanese che si impone anche nella difficilissima Serie A dell'epoca realizzando ben 10 reti. La prima partita nella quale mette in luce le sue qualità è quella del 23 ottobre 1994, quando allo stadio Delle Alpi, contro il Brescia, realizza una doppietta, che consente al Torino di portare a casa i tre punti. Si tratta anche dei primi gol di Abedi in Serie A. In quella stagione il Toro si toglie anche alcune soddisfazioni, come la vittoria per 3-2 nel derby contro la Juventus di Marcello Lippi, che al termine del campionato conquisterà lo scudetto. Il ghanese in quella stagione va a segno anche contro la Lazio di Zeman, che chiuderà a secondo posto in campionato ma che al Delle Alpi dovrà arrendersi per 2-0. Nel corso del campionato realizza anche altre due doppiette, sempre in casa, contro il Cagliari e contro la Reggiana, rivelandosi uno dei migliori acquisti del campionato.  Non è invece altrettanto fortunata la stagione 1995-96, nella quale i granata, a 20 anni dalla conquista dell'ultimo scudetto, retrocedono in Serie B dopo 7 anni. Nell'estate del 1996 Abedi Pelé passa ai tedeschi del Monaco 1860, per poi chiudere la carriera negli Emirati Arabi, all'Al Ain, nel 2000. Al Toro, nonostante la seconda stagione si sia chiusa in modo negativo, ha comunque lasciato un grande ricordo nella tifoseria granata, grazie alla sua duttilità ed alla grande determinazione e voglia di fare che metteva in campo, che ben si sposano con lo spirito del Torino e dei suoi tifosi.

Abedi Pelé è ritenuto da molti il miglior calciatore della storia del Ghana, ed ha conquistato il pallone d'oro africano per 3 volte, nel 1991, 92 e 93.Pelè è rimasto molto affezionato ai colori granata, come aveva dichiarato in un'intervista a TMW del 2014, quando aveva dichiarato i seguire sempre le partite del Toro e di portare nel cuore il ricordo dei tifosi granata.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Torino

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510