HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » atalanta » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

Champions -1 - Real Madrid, Zidane torna nel suo habitat

16.09.2019 15:15 di Andrea Losapio    articolo letto 4300 volte
Fonte: Ha collaborato Ivan Cardia
Champions -1 - Real Madrid, Zidane torna nel suo habitat
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Zinedine Zidane è tornato a casa. Con pieni poteri, o quasi. Rientrato alle merengues già a metà della scorsa stagione, Zizou ha come obiettivo prioritario quello di rompere l'egemonia del Barcellona in Liga. Ma la Champions League, che sarebbe la quattordicesima, resta l'habitat naturale della squadra di Florentino Perez, eliminata l'anno scorso agli ottavi di finale: non succedeva dalla stagione 2008/2009. L'ultima eliminazione ai gironi? Semplicemente non c'è mai stata.

Il mercato -
Il Real si è scatenato: dal Chelsea è arrivato Eden Hazard per 100 milioni di euro, gli altri acquisti ne sono costati ben 200. Non tutti mirati, a ben vedere: Militao e Mendy sono costati rispettivamente 50 e 48 milioni di euro, ma faticheranno a imporsi contro i giganti della difesa madridista. Stesso discorso per Luka Jovic, pagato 60 milioni ma che per ora non ha convinto Zizou. E in Brasile assicurano che i 45 milioni sborsati per Rodrygo sono una cifra eccessiva. In uscita c'erano Gareth Bale e James Rodriguez che, alla fine, sono rimasti.

La stella - Eden Hazard
Ha preso il numero di Raul e Cristiano Ronaldo, un 7 che pesa un macigno dalle parti del Bernabeu. Il belga, d'altronde, non ha mai avuto paura di assumersi le proprie responsabilità. Era il primo sulla lista di Zidane e Perez, è il grande affare che ha messo d'accordo allenatore e presidente. In Premier League ha segnato 85 gol in 245 presenze, la Champions finora l'ha vissuta da comparsa e ora sogna di farla sua.

La possibile rivelazione - Vinicius Jr.
L'anno scorso un infortunio lo ha fermato quando sembrava arrivato il suo momento. Dovrà sgomitare per farsi largo, perché Isco, Hazard, James Rodriguez, Isco, sono tutti avversari tosti. E la panchina del Real, oltre che lunghissima, è davvero d'oro. Sul brasiliano, però, pochi dubbi: veloce, tecnico, è cresciuto a livello fisico. È un classe 2000, con tutta probabilità sarà l'uomo in più nelle scelte di Zidane.

L'undici tipo
Zidane ha una varietà di scelte tale da essere invidiato da qualsiasi allenatore al mondo, e proprio questa abbondanza rischia di tramutarsi in un'arma a doppio taglio. Operare delle scelte non sarà semplice, in partenza l'allenatore francese dovrebbe affidarsi alla vecchia guardia, che ha spinto perché tornasse a Madrid e ha costruito i suoi successi da tecnico, in cui forse non tutti credevano. Col passare del tempo, toccherà a giocatori come i già citati Militao, Mendy, Vinicius, Odriozola, Valverde, Bale, Jovic, Brahim Diaz, Rodrygo instillare il dubbio nel tecnico tricampione d'Europa.

Oggi giocherebbe così - (4-3-3): Courtois; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco, Benzema, Hazard.

Gli ultimi risultati
Celta Vigo-Real Madrid 1-3
Real Madrid-Real Valladolid 1-1
Villarreal-Real Madrid 2-2
Real Madrid-Levante 3-2

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Atalanta

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510