HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » bari » Calcio femminile
Cerca
Sondaggio TMW
Niente Premier per Dybala: dove andrà adesso la Joya?
  Resterà alla Juventus con Sarri
  Andrà all'Inter in coppia con Lukaku
  Al PSG per l'eredità di Neymar
  A una grande di Spagna, Real o Barcellona
  Al Bayern Monaco in Bundesliga

Serie A femminile, un mese al via: 4 big contendono il trono alla Juve

15.08.2019 11:45 di Tommaso Maschio    articolo letto 7156 volte
Serie A femminile, un mese al via: 4 big contendono il trono alla Juve
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Smaltite le gioie del Mondiale, l'amarezza per la sparizione di due club storici come Mozzanica e Valpolicella (a causa del passo indietro di Atalanta e ChievoVerona rispettivamente) e accolto nuovamente le fresche retrocesse Pink Bari e Orobica, la Serie A femminile ha iniziato a scaldare i motori in vista del via fissato fra un mese. Un campionato che avrà al via altri due club emanazione di società maschili come l'Empoli e sopratutto l'Inter pronta fin da subito a sfidare le big del nostro campionato e dar vita a un derby meneghino anche al femminile. La favorita è ovviamente la Juventus, ma Fiorentina, Milan, Roma e l'Inter stessa sono pronte a dare battaglia per titolo e qualificazione in Champions League.

Juventus - Il club bianconero è stato il meno attivo sul mercato mantenendo in prativa il gruppo storico che ha conquistato due titoli di fila e mandando a giocare alcune giovani di belle speranze come Glionna, Cantore e Puglisi. Il colpo più importante è stato in difesa, dove sarà ancora assente Cecilia Salvai, con l'arrivo di Linda Sembrant, nazionale svedese di grande esperienza internazionale, mentre in attacco invece è arrivata la promettente ceca Andrea Staskova. Nonostante la forza della rosa, con una Rosucci a piena disposizione, però qualcosa in più ci si attendeva (ma il mercato è ancora lungo).

Fiorentina - Anche il club viola ha pensato più alle conferme – su tutte quelle del capitano Alia Guagni che ha rifiutato la mega offerta del Real Madrid – aggiungendo però acquisti d'esperienza quali quelli delle centrocampista Thogersen e Cordia (entrambe ex Fortuna Hjorring) e sopratutto Lisa De Vanna, un vero e proprio mito del calcio australiano e non solo. Peserà ancora l'assenza di Clelland in avanti, e per questo sono arrivate anche Marta Mascarello e Paloma Lazaro a rinforzare il reparto offensivo di mister Cincotta.

Milan - Dalla panchina al campo la squadra rossonera ha cambiato pelle. Alla guida infatti è arrivato l'ex attaccante Maurizio Ganz a sostituire Carolina Morace. Il centrocampo è il reparto che è cambiato di più con gli addii di Moreno, Giugliano e Alborghetti (tutte titolari l'anno passato) e gli arrivi di Conc e Kulis e quelli probabili di Lady Andrade e Refiloe Jane. In avanti invece è arrivata Salvatori Rinaldi dalla Florentia, mentre la difesa si è rinforzata con l'esperienza di Vitale e Hovland.

Roma - Dopo un anno di assestamento la società giallorossa ha deciso di alzare il livello e dare vita a un mercato di primissimo piano. Confermata Bonfantini sono arrivate alla corte di Bavagnoli giocatrici di livello assoluto come l'azzurra Manuela Giugliano, la brasiliana Andressa Alves e la danese Andrine Hegerberg. A queste si aggiungono calciatrici affidabili come Ceaser, Erzen e Pettenuzzo e altre due straniere di buon livello come Thestrup e Thomas.

Inter - Altra squadra totalmente rivoluzionata dopo la promozione. In panchina è arrivato l'ex vice di Bertolini Attilio Sorbi, in rosa invece ben 11 hanno salutato e 13 sono arrivate. Fra queste spiccano le nazionali Marchitelli, Tarenzi e Alborghetti, la promettente Eleonora Goldoni e le giovani Aprile e Quazzico. Dall'estero invece Julie Martine Debever, Anna Emilia Auvinen, Eva Bartoňová, Andreia Alexandra Norton ed Ella Van Kerkhoven. Se il nuovo tecnico troverà la giusta amalgama in fretta allora anche il club nerazzurro potrebbe dare filo da torcere alle quattro big di cui sopra.

Sassuolo - Porte girevoli anche in casa neroverde con il tecnico Piovani che si trova una squadra quasi tutta nuova da allenare. L'arrivo più importante è certamente quello del bomber Daniela Sabatino, ma sono innesti importanti anche quelli delle belghe Jaques e Lemey, di Pugnali e Zazzera in avanti e Filangeri in difesa. Curiosità invece per le gemelle Dubcova e per l'olandese Jansen che proviene dal calcio a 5.

Florentia San Gimignano - In casa toscana le novità partono dall'altro con il trasferimento a San Gimignano, il cambio di nome e di colori sociali. Ma anche in campo ci sono tanti volti nuovi a partire da Michele Ardito in panchina. Fra i pali è arrivata Schroffenegger, mentre l'attacco è stato rivoluzionato con gli arrivi di Nocchi – un ritorno - Dupuy, Martinovic e le promettenti Kuenrath e Imprezzabile. L'obiettivo è stupire ancora e mantenere la categoria senza affanni.

Tavagnacco - Pochi movimenti e grande attenzione al futuro in casa friulana dove sulla panchina è arrivato Lugnan. Kongouli è un attaccante di sicuro affidamento, Puglisi, Brignoli e Capelletti tre giovani di belle speranze, mentre Ivanusa e Chandarana portano esperienza internazionale. Dopo una stagione un po' al di sotto delle attese le gialloblù sono chiamate al riscatto anche se sarà difficile inserirsi nelle posizioni di testa vista la disparità, sulla carta, di forze con le big.

Hellas Verona - Anche in casa veronese c'è stato un cambio di allenatore, con l'arrivo di Emiliano Bonazzoli dall'altra squadra cittadina e pochi cambi in rosa. Dalla Juventus sono arrivare le talentuose Glionna e Cantore a potenziare l'attacco, mentre Sardu, Zanoletti e Ledri hanno seguito il tecnico dopo la sparizione del Chievo Valpo, mentre fra i pali c'è l'esperienza di Gritti che dovrà non far rimpiangere Studer. L'obiettivo è la salvezza, magari un po' meno faticosa di quella di un anno fa.

Pink Bari - Ripescata in Serie A, la squadra biancorossa è l'unica rappresentante del Meridione e vuole andare a caccia di una nuova impresa chiamata salvezza. Per farlo si è affidata a un nuovo allenatore come Caricola e a una nutrita pattuglia di straniere: Myllyoja fra i pali, Culver in difesa, Torres e Ketis in mezzo al campo, Carp e Kuki in avanti ad affiancare la confermata Corina Luijks. Gli addii – complice la retrocessione – sono stati però pesanti con Aprile e Quazzico finite all'Inter, Santoro al Sassuolo e Lazaro alla Fiorentina, segno però che il club sa seminare molto bene.

Orobica - L'anno scorso, all'esordio, fu un disastro con appena 5 punti conquistati. Quest'anno il club bergamasco punta a migliorarsi e restare in corsa per la salvezza fino all'ultimo. Anche qui il mercato è stato complicato dalla retrocessione e da un ripescaggio arrivato solo a fine luglio. Dallo scomparso Mozzanica sono però arrivate Mandelli, Salvi e Zanoli, a cui si aggiungono Pilato e l'esperta Romina Pinna. La sensazione è che serva ancora qualocsa per alzare il livello ed essere realmente competitive.

Empoli - Il club toscano torna dopo appena un anno di purgatorio in massima serie e punta a restarci. Fra i pali è tornata Baldi, in difesa ecco Giatras, Varriale e Mancuso. A centrocampo c'è stato il rientro in Italia di Norma Cinotti, reduce dalla vittoria del campionato con l'Anderlecht, e due arrivi di qualità come quelli di Petkova e Simonetti, mentre in attacco si punta sulla svedese Hjohlman e su Anghileri. Tutte giocatrici che vanno a rinforzare un gruppo solido e coeso per andare alla caccia della permanenza nella massima serie.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Bari

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510