HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » bologna » Director\'s cut
Cerca
RMC Sport Network
Sondaggio TMW
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

Saputo non apre ad un futuro migliore. Si punta tutto solo su Inzaghi

29.05.2018 12:18 di Alberto Bortolotti    per bolognanews.net   articolo letto 2028 volte

Ma sì, dai, facciamolo 'sto confronto. E partiamo da una domanda fatta dal sottoscritto al Chairman, e cioè la ragione per la quale la scure è caduta solo su Donadoni e non sui dirigenti. Non mi ha risposto. Curiosamente, negli stessi secondi, la Virtus presentava il nuovo amministratore delegato, Alessandro Dalla Salda, giornalista, oltre che manager (da tempo), da Reggio.

Cioè: si può cambiare un pezzo del pacchetto dirigenziale oltre all'allenatore. C'è chi lo ha fatto, arrivando nono (via anche il direttore sportivo), e c'è chi ha scelto, legittimamente, di non farlo, giungendo quindicesimo. Ma non può poi lamentarsi se piovono critiche.

Voglio essere chiaro sul mio pensiero: essere parte del team dirigenziale del Bologna, l'ho già scritto e lo ribadisco, non è la cosa più facile del mondo. E' comodo gestirsi con il padrone lontano dal punto di vista del "controllo", ma scomodo per l'attesa che si è generata nel pubblico dal fatto che il proprietario è ricco (di famiglia, diciamo. Oddio, anche personalmente non è messo male). E poi è un signore. E poi ci ha salvato. E poi è bello e buono.

Così gli incapaci nell'iconografia popolare diventano i manager. Ma io ricordo un discorso fatto da Fenucci in tv, nella sua ultima apparizione, in cui si intende chiaramente che ora è arrivato, per Saputo, il momento di schiodarsi dal suo torpore. Se si arriva settimi, secondo l'ad, si svolta economicamente. E per farlo, c'è poco da correre, occorre investire sui giocatori: soldi che poi ritornano. Ma le cose dette da Saputo in conferenza stampa, e il tono tagliente delle sue risposte, non lasciano spazio a "cambi di passo". E così l'errore di valutazione su un giocatore preso a cifra modesta sarà pagato ancora a caro prezzo, e resterà difficile uscire dalla mediocrità.

Sinceramente, più ripenso alla conferenza stampa e meno ci vedo spiragli, aperture, segnali positivi. Si spera nelle virtù taumaturgiche del tecnico. E' un po' poco. Ma il convento, oggi, non passa altro.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Articoli correlati



Altre notizie Bologna

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy