Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / empoli / Serie A
Il Milan è la squadra da battere: 4-2 all'Udinese, messaggio chiaro alle contendenti al titoloTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 13 agosto 2022, 20:30Serie A
di Gaetano Mocciaro

Il Milan è la squadra da battere: 4-2 all'Udinese, messaggio chiaro alle contendenti al titolo

Il Milan prende una doccia fredda dopo 90'', la ribalta in 3' e subisce il pari a pochi secondi dall'intervallo. Infine esce in tutto il suo splendore, al netto dei carichi di lavoro da smaltire: 4-2 all'esordio contro l'Udinese per la gioia dei 70mila spettatori che in barba a un Ferragosto imminente sceglie di passare il sabato pomeriggio a San Siro.

PIOLI NON CAMBIA - Nella prima formazione scelta da Stefano Pioli per il campionato 2022/23 salta all'occhio l'assenza di nuovi acquisti nell'undici titolare. Solamente panchina per Adli, Origi, Pobega e De Ketelaere. Assente Tonali, spazio a Krunic in mediana. Assente Giroud, ecco Rebic punta centrale.

UDOGIE, INFORTUNIO DIPLOMATICO? RIECCO MASINA - Sottil lancia un 3-5-2 che ha nell'assenza di Udogie la vera sorpresa, ufficialmente per un affaticamento muscolare. Ricordiamo però che il giocatore è atteso proprio all'inizio della prossima settimana a Londra per sostenere le visite mediche, prima di firmare il contratto col Tottenham. Nell'accordo con gli inglesi è prevista comunque la permanenza a Udine per questa stagione in prestito. Spazio a Masina, che torna in Serie A 1546 giorni dopo.

BECAO, ANCORA TU - Udinese in vantaggio a San Siro dopo appena 90''. Corner dalla sinistra di Deulofeu, il brasiliano prende il tempo a Rebic e di testa supera Maignan. È il suo terzo gol contro il rossoneri, il secondo nella partita inaugurale. Nella prima giornata della stagione 2019/20 fu lui a decidere un Udinese-Milan, con Marco Giampaolo sulla panchina dei rossoneri. Con questa rete Becao diventa ufficialmente il primo marcatore della Serie A 2022/23.

RIBALTONE IN 3' - Il Milan ribalta la partita in 3'. Prima il pari di Théo Hernandez al 12': il francese spiazza Silvestri con un sinistro perfetto. Massima punizione concessa dall'arbitro Marinelli dopo l'intervento del VAR: nella circostanza è stato punito un intervento di Soppy su Calabria. Al 15' Brahim Diaz allarga a destra per Calabria, traversone basso che trova Rebic che apre il piatto anticipando Nuytinck e superando il portiere. Erano 6 mesi che il croato non segnava.

MASINA-GOL PRIMA DELL'INTERVALLO - Milan che sembra avere il controllo della situazione, ma una clamorosa dormita concede il pari all'Udinese negli ultimi secondi del primo tempo: cross perfetto di Pereyra dalla destra, Masina sfrutta la non irreprensibile marcatura di Messias e di testa trova il 2-2. Pareggio dell'Udinese al quarto minuto di recupero del primo tempo grazie ad Adam Masina di testa bravissimo a cogliere uno splendido cross di Pereyra dalla destra. Non irreprensibile nella circostanza Messias in marcatura.

SOLO MILAN NELLA RIPRESA - Bastano pochi secondi ai rossoneri per ripristinare il vantaggio: segna Brahim Diaz. Krunic allarga a sinistra per Théo Hernandez, cross sul quale Pérez e Masina pasticciano e ne approfitta Brahim Diaz che da due passi trova il 3-2. Il trequartista spagnolo non segnava dalla sesta giornata dello scorso torneo, contro lo Spezia. Una rete datata 25 settembre 2021. C'è ancora tempo al 68' per un'altra rete: segna ancora Ante Rebic che eguaglia in una sola giornata lo score della passata. Bravo Messias a mettere pressione a Pereyra, con Brahim Diaz a togliere poi palla all'argentino e serve in mezzo per il croato che da pochi passi non fallisce: 4-2 al 68'. Il finale di gara è passerella per i nuovi acquisti De Ketelaere, Origi e Pobega e la giusta ovazione per l'attaccante croato, grande protagonista del pomeriggio. Il belga segnerebbe anche, ma è fuorigioco. Buona la prima e se mai ce ne fosse bisogno è il Milan la squadra da battere in questa Serie A.