Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Accadde Oggi...
4 marzo 2018, il tragico giorno in cui Astori fu trovato morto prima della gara con l'UdineseTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 4 marzo 2024, 00:00Accadde Oggi...
di Alessio Del Lungo

4 marzo 2018, il tragico giorno in cui Astori fu trovato morto prima della gara con l'Udinese

Sono passati 6 anni dal tragico giorno in cui si spense Davide Astori. A quei tempi, il difensore lombardo giocava nella Fiorentina ed era in ritiro con la squadra di Stefano Pioli all'hotel Là di Moret di Udine. La mattina stessa in cui si sarebbe dovuta disputare la partita però, è stato trovato senza vita nella sua camera. L'autopsia stabilirà poi che il decesso avvenne per morte cardiaca improvvisa, seguita a fibrillazione ventricolare dovuta a una cardiomiopatia aritmogena silente, malgrado all'inizio sembrava si fosse trattato di bradiaritmia.

Tutte le gare di Serie A, così come i posticipi di Serie B, Serie C e i match dei Dilettanti in programma furono rinviati. Da quel giorno poi Astori riposa nel cimitero di San Pellegrino Terme e in tantissimi, sia personaggi del mondo del calcio che non, hanno voluto mandare messaggi di cordoglio. Nella sua carriera ha vestito le maglie di Milan, Pizzighettone, Cremonese, Cagliari, Roma e, appunto Fiorentina: i viola e i sardi hanno ritirato la maglia numero 13 che Astori indossava per la sua ammirazione nei confronti di Nesta.


Un altro episodio significativo che racconta quanto Astori sia riuscito a entrare nella testa e nel cuore di chi lo ha conosciuto è l'incontro al Quirinale tra Giorgio Chiellini, capitano dell'Italia, e Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica Italiana, dopo la vittoria dell'Europeo nel 2021. Le parole del difensore degli Azzurri furono davvero toccanti: "[...] Vogliamo dedicare la vittoria a Lei (Mattarella, ndr) e ai milioni di tifosi italiani in tutto il mondo che non ci hanno mai fatto sentire soli, accompagnandoci passo dopo passo con affetto e passione in questo entusiasmante viaggio. Una dedica che vorremmo estendere a Davide Astori che avremmo voluto oggi qui con noi e che è sempre presente nei nostri pensieri, nel cuore di chi lo ha conosciuto e anche nei giovani che ne hanno sentito parlare [...]".