HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » inter » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

Euro2020, Gruppo E: Croazia vecchia ma avanti, chi per il secondo?

21.03.2019 12:15 di Andrea Losapio    articolo letto 5061 volte
Euro2020, Gruppo E: Croazia vecchia ma avanti, chi per il secondo?
© foto di Imago/Image Sport
Girone molto equilibrato nel Gruppo E, dove la Croazia sembra superiore alle altre - sebbene una Nations League tra alti e bassi, oltre a una nazionale abbastanza vecchiotta - con Galles, Slovacchia e Ungheria a battagliare per il secondo posto. L'Azerbaigian difficilmente arriverà alle finali, lasciando a Baku solamente la possibilità di tifare per altre nazioni.

La favorita - Seconda piazza nel Mondiale 2018, la Croazia ha messo i brividi alla Spagna andando a vincere la penultima giornata, al Maksimir di Zagabria, giocandosi la salvezza contro l'Inghilterra. Missione fallita ma il 3-2 contro gli iberici (dopo il 6-0 dell'andata) rappresenta una speranza da cui ripartire, nonostante tutti quanti gli interpreti abbiano un anno in più: da Mandzukic a Brozovic, passando per Perisic.

Le outsider - La Slovacchia non sta passando un grande momento, dal punto di vista tecnico, retrocedendo in Lega C in Nations. Rimane comunque la più attrezzata, mentre il Galles dipende molto dalle lune dei suoi uomini copertina come Gareth Bale e Aaron Ramsey. Sarà difficile bissare le semifinali del 2016, quando solo Cristiano Ronaldo diede il colpo di grazia alla nazionale britannica.

Le altre - Era un girone difficile per l'Ungheria, in Nations League, con Finlandia e Grecia (entrambe avversarie degli azzurri). Alla fine il passo falso è arrivato con l'Estonia, un 3-3 finale che non ha permesso il sorpasso alla Finlandia, vincitrice del girone. È comunque arrivata davanti alla Grecia, ma c'è poco turnover: a far la differenza sono ancora Dzsudzsak e Szalai, ma c'è grande attesa per Szoboszlai, nuovo astro nascente del calcio magiaro. L'Azerbaigian invece dovrebbe essere la Cenerentola del girone, dopo essere arrivato dietro al Kosovo nella Nations League (davanti a Faroer e Malta).

Il calendario
21 marzo 2019
Croazia-Azerbaigian
Slovacchia-Ungheria
24 marzo 2019
Ungheria-Croazia
Galles-Slovacchia
8 giugno 2019
Croazia-Galles
Azerbaigian-Ungheria
11 giugno 2019
Azerbaigian-Slovacchia
Ungheria-Galles
6 settembre 2019
Slovacchia-Croazia
Galles-Azerbaigian
9 settembre 2019
Azerbaigian-Croazia
Ungheria-Slovacchia
10 ottobre 2019
Croazia-Ungheria
Slovacchia-Galles
13 ottobre 2019
Ungheria-Azerbaigian
Galles-Croazia
16 novembre 2019
Azerbaigian-Galles
Croazia-Slovacchia
19 novembre 2019
Slovacchia-Azerbaigian
Galles-Ungheria

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Inter

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Inter
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510