Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / La Frecciata
Momento burrascoso: finalmente torna la Juve in campo ad allenarsiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 6 dicembre 2022, 18:00La Frecciata
di Franco Leonetti
per Bianconeranews.it

Momento burrascoso: finalmente torna la Juve in campo ad allenarsi

Periodo tempestoso, con tanti colpi di scena in casa Juve. In primis il cda dimissionato, la fine dell’era aurea di Andrea Agnelli, l’inchiesta Prisma che ogni giorno produce sui mass media una tagliola mediatica fatta di fango, illazioni e sentenze definitive, senza nemmeno sapere se la Juventus verrà chiamata a giudizio in tribunale. Possibile possa andare così ma fino a quando non si pronuncerà il gup (giudice per l’udienza preliminare), non esiste la certezza matematica del luogo a procedere, nonostante ciò alcuni mass media spingono forte e alimentano un vento mefitico e giustizialista. L’unico pallido chiarore, in una situazione avvelenata e pesantissima, è la certezza di rivedere la squadra in campo alla Continassa, per ricominciare la preparazione che culminerà con il rientro in campionato, il 4 gennaio, allo stadio Zini di Cremona.

Max Allegri, saldissimo nella sua posizione, non solo per gli eventi succedutesi nell’ultima settimana di cronaca bianconera, ritrova il suo gruppo di giocatori costituito dai nazionali non andati al mondiale e i giocatori italiani, ai quali si aggregheranno, dopo qualche giorno di vacanza, coloro i quali hanno già terminato la loro avventura iridata, come Kostic, Vlahovic, McKennie, Szczesny e Milik. Bonucci si è già visto al centro sportivo nella giornata di domenica, così come De Sciglio, che dopo il lungo infortunio muscolare ha ripreso la preparazione per farsi trovare abile e arruolato. Ci sono poi i casi dei lungodegenti, Chiesa dovrebbe essere presente in gruppo, come già accaduto sul finire di ottobre, mentre Pogba avrà a disposizione ancora un paio di settimane di lavoro differenziato, sperando in un suo rientro graduale in gruppo che lo restituisca pronto per l’appuntamento alla ripresa del campionato, ad inizio gennaio. Allegri, oltre al suo ruolo da allenatore, ricoprirà un ruolo da super manager con più poteri, il vero punto di riferimento dell'area tecnica, insieme a Cherubini, con l'investitura giunta direttamente da John Elkann nei giorni scorsi.

Il suo rapporto con la proprietà è sempre stato eccellente, tanto da venir scelto, un anno e mezzo fa, sì da Andrea Agnelli, ma su indicazioni della proprietà e di Elkann. Insomma, in un periodo travagliato e complesso come quello che l’ambiente Juventus sta vivendo, il ritorno in campo della squadra rappresenta un fattore positivo, per dare forza e coraggio ai tifosi spaventati e ingiustamente vessati da notizie spalmate, quotidianamente, su molteplici media che fabbricano un clamore popolare molto pericoloso. Alla faccia del garantismo. Ben venga il ritornare a parlare di calcio giocato, con il primo appuntamento fissato per l’amichevole del 17 dicembre a Londra contro l’Arsenal, senza mai perdere d’occhio e mollare la presa sulle vicende giudiziarie che avranno sviluppi nelle settimane a venire