Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / I fatti del giorno
Stangata Pogba: 4 anni di squalifica. Resta solo il TAS per non finire la carrieraTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 1 marzo 2024, 00:56I fatti del giorno
di Lorenzo Di Benedetto

Stangata Pogba: 4 anni di squalifica. Resta solo il TAS per non finire la carriera

E alla fine è arrivata la stangata. Paul Pogba è stato squalificato per quattro anni dal tribunale nazionale antidoping, con il verdetto che è arrivato nelle scorse ore. Il TNA ha preso la decisione seguendo appunto l'iniziale richiesta di sanzione della Procura antidoping dopo che il giocatore era stato trovato positivo a un metabolita del testosterone in un controllo successivo alla sfida Udinese-Juventus dello scorso 20 agosto.

La carriera del centrocampista è così a fortissimo rischio dopo questa stangata, col giocatore che compirà 31 anni il prossimo 15 marzo. La decisione del Tribunale nazionale antidoping potrà comunque essere impugnata dal diretto interessato e dai suoi legali di fronte al TAS nelle prossime settimane, mentre la Juventus deciderà come muoversi nei confronti del contratto che lega il centrocampista ai bianconeri fino al 30 giugno del 2026.

"Aspettiamo l'ultimo grado di giudizio prima di dire la nostra: ci vogliamo confrontare con il suo entourage. Aspettiamo", aveva detto nei mesi scorsi Cristiano Giuntoli in merito alla vicenda, lasciando così intendere come la Juventus voglia comunque aspettare l'eventuale giudizio in merito del TAS prima di prendere una decisione definitiva.


Le parole di Pogba.
"Oggi sono stato informato della decisione del Tribunale Nazionale Antidoping e ritengo che la sentenza sia errata. Sono triste, scioccato e con il cuore spezzato. Tutto quello che ho costruito nella mia carriera da giocatore professionista mi è stato tolto. Quando sarò libero da restrizioni legali l'intera storia sarà chiara, ma non ho mai preso consapevolmente o deliberatamente integratori che violano le normative antidoping".

Poi ha aggiunto: "Da atleta professionista non farei mai nulla per migliorare le mie prestazioni utilizzando sostanze vietate e non ho mai mancato di rispetto o imbrogliato altri atleti e tifosi di nessuna delle squadre per cui ho giocato o contro. In conseguenza della decisione annunciata oggi farò ricorso davanti al Tribunale arbitrale per lo sport".