HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » juventus » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

Radio Bianconera

Juve, casting panchina: come cambierebbe con Inzaghi

21.05.2019 15:15 di Ivan Cardia    articolo letto 31063 volte
Juve, casting panchina: come cambierebbe con Inzaghi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
"Abbiamo le idee chiare". Così ieri Fabio Paratici, il ds della Juve, ha parlato delle valutazioni che i bianconeri stanno portando avanti per scegliere l'allenatore del dopo Allegri. Una decisione che, inevitabilmente, influenzerà anche il mercato della Vecchia Signora. Da Guardiola a Mihajlovic, abbiamo provato a immaginare come cambierebbero le strategie dei campioni d'Italia a seconda del prescelto per sedere in panchina.

Simone Inzaghi e la svolta - L'arrivo del tecnico dalla Lazio sarebbe una mossa in controtendenza col recente passato: affidare la squadra di Cristiano Ronaldo a un allenatore con zero panchine in Champions League. Però Inzaghi piace alla Juve da tempi non sospetti, ha ottimi rapporti con la dirigenza e garantirebbe un discreto risparmio a livello di ingaggio rispetto a colleghi come Guardiola, Conte o Sarri: soldi da poter reinvestire sul mercato.

Mano alla società - L'ex attaccante, in biancoceleste, ha iniziato col 4-3-1-2 e poi ha virato al 3-5-2. La flessibilità tattica è forse la sua arma migliore: anche per questo, oltre che ovviamente per i rapporti di forza tra tecnico e dirigenza, Paratici & Co potrebbero avere più libertà nel costruire la rosa del futuro. All'insegna dei colpi italiani: dentro Cristian Romero e Federico Chiesa, all'insegna del rinnovamento.

SMS per Pjanic - Campagna acquisti finanziata soprattutto con la cessione eccellente di Miralem Pjanic, ma con sostituti all'altezza: Sergej Milinkovic-Savic non ha vissuto la sua miglior stagione alla Lazio, chissà che a quel punto non possa seguire il tecnico nell'avventura torinese. Incognita fasce: nel 3-5-2, come visto per Conte, meglio Alex Sandro rispetto a Joao Cancelo. Sulla destra, a quel punto, Cuadrado come alternativa al tentativo di reinventare Chiesa in quel ruolo.

Il greco e il partner di CR7 - In difesa, detto di Romero, immaginiamo Kostas Manolas: perfetto, per velocità e forza, per completare un reparto a tre con Bonucci e Chiellini. In attacco, Paulo Dybala con CR7 sarebbe una novità rispetto agli anni della Lazio: nessuno ha le caratteristiche di Immobile, ma non è detto che sia necessario. La Joya o Bernardeschi a supporto del portoghese: innovazione nella continuità.

La Juventus di Inzaghi (3-5-2): Szczesny; MANOLAS, Bonucci, Chiellini; CHIESA, RAMSEY, Can, MILINKOVIC-SAVIC, Alex Sandro; Dybala, Cristiano Ronaldo.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Juventus

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Juventus
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510