Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 4 marzoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 marzo 2024, 01:00Serie A
di Pierpaolo Matrone

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 4 marzo

RABIOT VUOLE RESTARE ALLA JUVENTUS, L'INTER PENSA A DI GREGORIO E NON SOLO. MILAN, ALTRI RUMORS SU THEO HERNANDEZ AL BAYERN MONACO. IL NAPOLI PREPARA IL RINNOVO DI KVARATSKHELIA. ROMA, DE ROSSI SCELTA DEFINITIVA. FELIPE ANDERSON PIÙ LONTANO DALLA LAZIO. FIORENTINA, SPUNTA UNA CLAUSOLA PER BONAVENTURA E IL MANCHESTER UNITED NON RISCATTERÀ AMRABAT. L'UDINESE NON VALUTA L'ESONERO DI CIOFFI.

Samir Handanovic, nelle nuove vesti di 007 per conto dell'area tecnica dell'Inter, è stato a Monza sabato durante il match contro la Roma per osservare da vicino Michele Di Gregorio, mentre a metà febbraio era stato avvistato in Belgio per vedere Tobe Leysen del Leuven. I due sono profili completamente differenti, anche e soprattutto per età con l'estremo difensore italiano che ha quasi 27 anni, l'altro nemmeno 22, quindi deve ancora crescere e maturare tanto. Secondo quanto riportato da Tuttosport, è facile che l'Inter possa provare a prendere entrambi: il giovane belga potrebbe poi essere ceduto in prestito, Di Gregorio partirebbe come vice di Sommer e avrebbe l'obiettivo di raccoglierne l'eredità strada facendo, considerando anche le tante competizioni: ci sarà la nuova Champions League, il Mondiale per Club e ovviamente la Serie A e la Coppa Italia. Ausilio ha da sempre il pallino per l'ex, che sarebbe utile anche per la lista UEFA.

Adrien Rabiot vuole restare alla Juventus. Ne parla quest'oggi CaughtOffside, secondo il quale il centrocampista di nuovo in scadenza di contratto con la Juventus avrebbe dato la priorità al rinnovo con la Juventus nonostante l'interesse di diversi top club europei. Sull'ex Paris Saint-Germain si è mosso soprattutto il Tottenham, interessato a portare il nazionale francese in Premier League a parametro zero durante la prossima sessione di trasferimenti, ma la sua prima scelta - confermano a Londra - ad oggi resta sempre la Juve.

Altro giro a vuoto per Sofyan Amrabat (27 anni, in foto), che non sta riuscendo a imporsi come avrebbe pensato con la maglia del Manchester United. Il centrocampista marocchino di proprietà della Fiorentina sarebbe anche un fedelissimo del manager dei Red Devils, Ten Hag, con il quale aveva già lavorato nella parentesi olandese all'Utrecht. Nonostante esistesse quindi un feeling pregresso, a Manchester questo non si è visto e nella giornata di ieri il classe 1996 ha compiuto un errore decisivo nel derby perso coi cugini del City. Già nei giorni scorsi da Oltremanica era circolata la notizia che i Red Devils avessero già preso una decisione in merito alla possibilità di riscattarlo: viste le prestazioni non all'altezza di Amrabat in questa stagione al Manchester United, la società inglese ha deciso di voltare già pagina e guardare oltre. Il marocchino a giugno, a meno che non accada qualcosa di imponderabile, tornerà a Firenze, non sarà esercitato il diritto di riscatto fissato a 20 milioni di euro, ai quali andrebbero aggiunti eventualmente altri 5 di bonus. Volendo fare un rapido calcolo, visti i 9 milioni di euro pagati per l'anno in prestito, si può sostenere che il Manchester United abbia speso finora 7867 euro per ogni minuto fatto in campo da Amrabat. Nel 2024, intanto (di mezzo c'è stata anche la Coppa d'Africa) ha giocato da titolare una sola partita, quella di FA Cup vinta sul campo del Nottingham Forest, in cui ha giocato peraltro da terzino sinistro e non da centrocampista davanti alla difesa.

Felipe Anderson è un po' più lontano dalla Lazio. Secondo quanto riportato da Il Messaggero, l'entourage del brasiliano è infuriato con i biancocelesti e in particolar modo con il presidente Claudio Lotito per l'appuntamento disatteso a Formello ed è pronto ad accelerare l'addio, dato che il suo assistito ha il contratto in scadenza, se le parti non si siederanno subito a un tavolo per dialogare e discutere del futuro dell'ex Porto.

Khvicha Kvaratskhelia è stato, più di altri, l'uomo copertina della vittoria del Napoli contro la Juventus. Il georgiano, che sembra aver ritrovato lo smalto dei giorni migliori, ha infatti indirizzato la gara sbloccando il risultato e risultando poi tra i migliori in campo coem di fatto testimoniano i giudizi del giorno dopo. Il contratto dell'esterno georgiano di 23enne attualmente scade nel 2027 con un ingaggio di 1,3 milioni a stagione. Del rinnovo - sottolinea in questo senso La Gazzetta dello Sport - si parlerà a fine stagione ma De Laurentiis farà il possibile per accontentare Khvicha, oggi tra i meno pagati delle big di Serie A nonostante ne sia l'Mvp in carica.

Daniele De Rossi da quando ha preso il timone della Roma ha dimostrato di avere tutte le qualità per poterlo fare anche in futuro. Di questo si sono praticamente convinti i Friedkin - sottolinea gazzetta.it - che sono sempre più sicuri di andare avanti con lui anche la prossima stagione. L’accordo non c’è ancora dal punto di vista formale, niente di scritto, nero su bianco insomma. Ma un’intesa di massima sì, anche perché l’empatia tra l’allenatore della Roma e la proprietà giallorossa è sempre più forte. De Rossi, dunque, va verso il rinnovo, anche se per gli atti formali ci vorrà bisogno di tempo. Ma nella testa dei Friedkin c’è la voglia di proporgli presto un accordo biennale, soprattutto se poi Daniele dovesse continuare a fare così bene come sta facendo ora. De Rossi ha accettato un contratto “provvisorio”, con la promessa di rimettersi a tavolino nell'ipotesi le cose andassero poi bene. Per questi sei mesi De Rossi ha accettato di guidare la Roma a circa 500mila euro, più un robusto bonus in caso di arrivo in Champions League. Ovviamente, se dovesse arrivare il rinnovo sarebbe a cifre del tutto diverse.

La Repubblica - Edizione Firenze di ieri si concentra non tanto sul pareggio di sabato a Torino della Fiorentina, ma sul futuro di Giacomo Bonaventura dopo le recenti difficoltà, i rumours di mercato e una trattativa per il rinnovo che pareva si fosse arenata. E invece è stato il dg Joe Barone, prima della sfida coi granata, a ribadire come il club sia "super contento" del rendimento di Jack e che sul suo futuro penda una clausola molto chiara che vale il rinnovo automatico fino al 2025. Nello specifico: sul contratto è presente una clausola che prevede un prolungamento automatico nel caso in cui il centrocampista dovesse giocare almeno il 70% delle gare complessive in stagione tra tutte le competizioni, alle stesse condizioni attuali dal punto di vista economico.

L'Udinese ha un solo punto di vantaggio sul Cagliari terzultimo e per questo Gabriele Cioffi è tornato in discussione. Il pareggio contro la Salernitana, con espulsione di Ebosele che ha pregiudicato il risultato, ha acceso i fari sulla situazione del tecnico che, però, avrà almeno un'altra opportunità con la Lazio nel posticipo di lunedì prossimo all’Olimpico. Certo, anche questa non è una partita semplice. Ma l'Udinese ha vinto solo tre partite finora con Bologna, Juventus e Milan, un po' troppo poco per essere tranquilli.

I rumors su Theo Hernandez ed il Bayern Monaco non accennano a placarsi, anzi. Dalla Germania, in particolar modo dall'edizione locale di Sky Sport, si torna infatti a parlare del forte gradimento dei bavaresi per il capitano del Milan in vista della prossima estate, quando Alphonso Davies lascerà i tedeschi per firmare col Real Madrid. Il profilo di Theo Hernandez, viene spiegato dagli esperti di mercato dell'emittente, è in cima all'elenco di gradimento dei dirigenti del Bayern, che avrebbero già sondato la possibilità con i colleghi del Milan avanzando già una prima richiesta di informazioni. Il Bayern Monaco, si legge, avrebbe in programma un investimento per il cartellino da 60-70 milioni di euro considerando anche i bonus, cifra che probabilmente non basterebbe però per convincere il Milan a lasciar partire il suo capitano. Lo stesso giocatore però, si legge, sarebbe attratto da una nuova esperienza nel club tedesco.

MBAPPE, IL PSG ATTENDE LA COMUNICAZIONE SULLA SCELTA REAL MADRID. BARCELLONA, NIENTE DE ZERBI: IL PRESCELTO È LUIS ENRIQUE. MUSIALA RIFIUTA IL RINNOVO CON IL BAYERN MONACO. L'ARSENAL PUNTA GYOKERES E PREPARA IL PROLUNGAMENTO DI JORGINHO. ATHLETIC, UFFICIALE DJALO PER LA PROSSIMA STAGIONE.

Kylian Mbappé è destinato a far parlare ancora di sé. L'attaccante francese è a un passo dal diventare, ufficialmente, un nuovo giocatore del Real Madrid. Il classe 1998 se ne andrà a giugno, cosa che il club stesso ha già comunicato privatamente a media e giornalisti selezionati, ma la sua prossima mossa porterà il Paris Saint-Germain a rilasciare una dichiarazione pubblica che farà il giro del mondo. Sky Sports riferisce infatti che la società francese sta aspettando che Mbappé la avvisi di aver firmato per il Real Madrid. Sarà allora che rilascerà un comunicato, questa volta pubblico, per annunciare la partenza della sua stella più luminosa a parametro zero durante la prossima sessione di trasferimenti.


Luis Enrique può tornare al Barcellona. L'indiscrezione arriva da Cadena SER, secondo la quale il tecnico attualmente alla guida del Paris Saint-Germain sarebbe in pole per il post Xavi sulla panchina blaugrana. Ne sono sicuri i colleghi dell'emittente spagnola, secondo la quale il direttore sportivo culé Deco avrebbe già scelto e contattato l'ex allenatore del Barça, oggi legato ai francesi da un contratto fino al 30 giugno 2025.

Le big di Premier League tentano Jamal Musiala. A scriverlo è il Daily Star, secondo il quale il rinnovo del giovane fantasista col Bayern Monaco ad oggi sarebbe tutt'altro che scontato. Il talento classe 2003 ha rifiutato tutte le proposte di rinnovo che gli hanno presentato i bavaresi e, a detta del tabloid, starebbe pensando di trasferirsi proprio nel massimo campionato inglese. Il suo contratto scade attualmente nel 2026.

Il Liverpool vuole blindare il laterale mancino Andy Robertson. Ne parla questa mattina Football Insider, secondo il quale i Reds a breve si siederanno al tavolo delle trattative per rinnovare il contratto del capitano della Nazionale scozzese, che ormai veste la maglia dei Reds dal 2017. Sul classe '94 è piombato il Bayern Monaco, che avrebbe già effettuato un sondaggio esplorativo col suo entourage

L'Arsenal ha già una priorità per il mercato della prossima estate. Come riporta il portale TodoFichajes, i Gunners avrebbero infatti messo nel mirino l'attaccante svedese Viktor Gyokeres per rinforzare il reparto avanzato di mister Arteta. Il talento 25enne, avversario dell'Atalanta in Europa League, in questa stagione ha già segnato 32 reti in 35 presenze, oltre ad aver realizzato 11 assist. La sua valutazione attuale è pari a 45 milioni di euro.

Alvaro Djalò sarà un nuovo giocatore dell'Athletic Club. Ad annunciarlo è lo stesso club basco, che informa sui propri canali ufficiali dell'accordo totale con lo Sporting Braga per l'acquisto dell'attaccante ispano-guineano. Il classe '99 - spiegano i biancorossi - si trasferirà a Bilbao per le prossime cinque stagioni a partire dal prossimo 1° luglio. Per lui in questo 2023-24 si contano finora 38 presenze, 14 reti e 3 assist con la maglia dei portoghesi.

Corsa a due per Miguel Gutierrez del Girona. Come scrive il portale Fichajes, l'Arsenal sarebbe pronto a sfidare infatti il Manchester United per il laterale spagnolo in forza all'attuale seconda in classifica nella Liga. Il 22enne in questa stagione ha collezionato finora 30 presenze con 1 gol e 6 assist, contribuendo alla gloriosa cavalcata del club catalano. Su di lui - riporta il portale di mercato - ci sono le due big di Premier League, ma anche i top club spagnoli.

Tiene banco il futuro di Serhou Guirassy (27 anni) nello Stoccarda. Autore di una partenza lampo con la squadra di Bundesliga, ancora attualmente l'attaccante guineano sta continuando a tenere una media realizzativa da urlo: in 18 apparizioni nel massimo campionato tedesco, Guirassy ha messo insieme 20 gol con un centro ogni 67'. Inevitabile che sul centravanti classe 1996 si posassero attenzioni da grandi club europei, tanto che già solo nell'ultimo mercato di gennaio a Guirassy sono state accostate squadre come Bayern Monaco, Manchester United e Milan ed ha una clausola di rilascio fissata a circa 20 milioni di euro che è valida anche in estate. Del suo futuro ha parlato Fabian Wolhlgemuth, direttore sportivo dello Stoccarda: "Nelle ultime due finestre di mercato la prospettiva di partenza è sempre stata ribaltata ed in entrambe le occasioni alla fine è rimasto. Forse troveremo altri punti di connessione o i mezzi per convincerlo a restare. Il nostro tavolo è aperto, la classifica è un pezzo del puzzle che può portare i giocatori a decidere a nostro favore o contro di noi. Lui si sente a suo agio qui".

Il Barcellona avrebbe preso la sua decisione per la panchina della prossima stagione, essendo già certa ed ufficializzata la separazione con l'attuale tecnico Xavi per il termine della stagione. Nelle scorse ore dalla Spagna sono emerse indiscrezioni rumorose ed abbastanza precise nell'indicare Luis Enrique, attuale allenatore del Paris Saint-Germain come l'uomo individuato dal direttore sportivo Deco per la selezione blaugrana del futuro che dovrà affidarsi anche e soprattutto ai giovani del proprio vivaio ed attingere nel minor modo possibile alle risorse del mercato. Legato con il club della capitale transalpina da un contratto in scadenza il 30 giugno 2025, Luis Enrique sarebbe un cavallo di ritorno avendo già guidato il Barça dal 2014 al 2017, periodo nel quale ha peraltro condotto la squadra a vincere il Triplete: campionato, coppa nazionale e Champions League, battendo all'ultimo atto della competizione europea la Juventus di Max Allegri. Rimasto inascoltato, si legge in Spagna, il consiglio dato alla dirigenza blaugrana da Pep Guardiola, più che un semplice ex. L'attuale allenatore del Manchester City, infatti, aveva indicato personalmente la figura di Roberto De Zerbi, oggi al Brighton, come profilo ideale per sedersi sulla panchina del Camp Nou. Una raccomandazione che però rischia fortemente di rimanere inascoltata da dirigenza e proprietà.

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato di una capatina in Arabia Saudita fatta dal suo agente Joao Santos, ma dall'Inghilterra sembrano abbastanza convinti che il futuro del centrocampista Jorginho (32 anni) possa essere ancora a Londra, con la maglia dell'Arsenal. In particolare in Saudi Pro League le società interessate al nazionale azzurro sarebbero Al Hilal e Al Ittihad. Stando a quanto si apprende da Press Association, infatti, lato Gunners sono pronti ad avviare ufficialmente le trattative per il rinnovo del contratto del vice-capitano classe 1991, il cui accordo vigente con i londinesi scade invece nel prossimo 30 giugno. Secondo le informazioni che circolano, la proposta in arrivo da parte dell'Arsenal per Jorginho sarebbe per un anno (30 giugno 2025) con inserita però anche un'opzione per proseguire assieme fino al 2026. Arrivato all'Arsenal da poco più di un anno (si è trasferito nel gennaio 2023) con i Gunners il centrocampista ex Napoli e Verona, tra le altre, ha messo insieme 41 presenze e 1 gol in tutte le competizioni.

Eric Dier rimarrà al Bayern Monaco fino al giugno del 2025, la notizia è ormai ufficiale da un paio di giorni e l'ha diramata in via pubblica lo stesso club tedesco, facendo sapere come sia stata rispettata una clausola prestabilita nell'accordo di trasferimento con il Tottenham. Il difensore o all'occorrenza anche centrocampista, 30 anni, è arrivato nello scorso mercato di gennaio in prestito dagli Spurs, ma adesso sarà a tutti gli effetti di proprietà dei bavaresi. In buona sostanza, sono state raggiunte le condizioni per attivare l'opzione di acquisto definitivo dagli inglesi. In totale il Bayern ha speso circa 4 milioni di euro di onere del prestito, ma al termine della stagione incorporerà Dier in rosa a parametro zero. Lo stesso Dier ha poi commentato il trasferimento a titolo definitivo al Bayern Monaco parlando al sito ufficiale del club tedesco: "Sono felice qui a Monaco di Baviera, adesso il mio futuro è deciso e posso concentrarmi sul giocare bene per la squadra ed aiutarla a vincere partite e competizioni, anche se stiamo passando un periodo difficile".

Mancano ancora tre mesi alla fine della stagione ma l' Atlético Madrid, come la stragrande maggioranza dei club, sta già pensando alla prossima stagione, cominciando a programmare il futuro e tenendo sempre sotto osservazione i potenziali rinforzi da consegnare a Diego Pablo Simeone. Tra questi, stando a quanto riferito da Marca, c'è anche Robin Le Normand. Il difensore della Real Sociedad, che la scorsa estate è stato accostato anche al Napoli, è un vecchio pallino del direttore sportivo Andrea Berta, pronto a tornare alla carica quando aprirà la prossima sessione di calciomercato. Il sodalizio basco, però, continua a sparare alto e mantiene la richiesta attorno ai 40 milioni di euro. I rapporti tra le due società, però, sono buoni e questo potrebbe favorire l'operazione. A gennaio scorso Javi Galan si è trasferito in prestito dai Colchoneros alla Real Sociedad, dov'è riuscito a imporsi, e magari potrebbe essere inserito proprio lui in un'eventuale operazione per Le Normand.