Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / parma / Focus
Mihaila ha messo il turbo, Camara entra e spacca. Le pagelle di ParmaLive.comTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 7 agosto 2022, 23:20Focus
di Redazione ParmaLive
per Parmalive.com

Mihaila ha messo il turbo, Camara entra e spacca. Le pagelle di ParmaLive.com

Chichizola 6,5 - Potrebbe diventare il miglior acquisto estivo: un paio di parate importanti ma non certo miracoli e in generale una sensazione di sicurezza che riesce a dare a tutto il reparto. 

Delprato 6 - Diversi passi indietro rispetto alla versione del finale dello scorso campionato: sbaglia poco sì, ma non è il centrale elegante e decisivo ammirato con Iachini. Dovrà adattarsi nuovamente ad un nuovo ruolo, questo è certo. 

Romagnoli 6,5 - Meno dirompente del compagno di reparto ma più cauto e intelligente: va anche vicino a diventare il primo marcatore della stagione ma la traversa gli impedisce questa soddisfazione. Leader silenzioso, di quelli che fanno incredibilmente comodo. 

Valenti 7 - Se gli si perdona qualche colpo di testa (metaforico) come un dribbling in area e un'uscita palla al piede per 50 metri, parliamo della miglior prestazione della sua esperienza a Parma. Botheim e Bonazzoli non sono mai pericolosi in area di rigore. 

Coulibaly 6 - Preferito a Zagaritis per sostituire Oosterwolde, inizia impacciato e con tanti errori tecnici. Il doversi spostare sempre il pallone sul destro poi non aiuta, ma di riffa o di raffa se la cava sempre, rischiando davvero poco.Dal 75' Zagaritis sv.

Estevez 6 - Quantità e lavoro oscuro al servizio della squadra: in Serie B un calciatore con queste caratteristiche è preziosissimo e Pecchia difficilmente ci rinuncerà, ne siamo sicuri. 

Juric 6 - L'anno scorso l'esordio in Coppa Italia fu un vero e proprio incubo, ma da allora il croato è cresciuto esponenzialmente e stasera ne dà un'altra dimostrazione. Peccato per l'uscita per infortunio, l'unica cattiva notizia di serata. Dal 64' Sohm 6,5 - Al primo pallone toccato tira dritto per 50 metri e, complice una difesa piuttosto morbida, va ad un passo da un gol meraviglioso, neanche fosse un mediano di sfondamento. 

Man 6 - In evidente debito di condizione, non rincula quasi mai e anche davanti pecca spessi di lucidità, come in occasione dell'errato assist per l'amico Mihaila ma anche della conclusione poco prima del cambio, che avrebbe potuto sbloccare il risultato con qualche minuto di anticipo. Dal 59' Camara 7 - Entra e spacca la gara con il gol del vantaggio crociato, che era comunque nell'aria già da diversi minuti: freddo e intelligente a spedire la palla nel sacco nonostante la posizione di fuorigioco sembrasse evidente. Era solo una sensazione: tutto buono e meritata soddisfazione per il giovane centrocampista, un'altra risorsa che Pecchia è chiamato a valorizzare. 

Bernabè 5,5 - Da una sua conclusione, non l'unica della gara, nasce il gol di Camara, ma la qualità dello spagnola è troppa per accontentarsi: da trequartista non convince appieno, forse perché non totalmente coinvolto nella manovra come da interno di centrocampo.  Dal 73' Bonny sv. 

Mihaila 6,5 - La sensazione è che buona parte delle fortune offensive della squadra di quest'anno dipendano da lui e dalla sua vena: si mangia un gol clamoroso dopo un primo tempo di sgasate senza lucidità e non sbaglia alla seconda occasione, siglando il secondo gol a due squadre di A nel giro di una settimana. 

Inglese 5,5 - Generosissimo, e va detto, ma inefficace: non conclude neanche una volta verso la porta di Sepe, se non a gioco fermo. Per la condizione ci sarà tempo, intanto ci prendiamo la buona volontà. Dal 60' Benedyczak 5 - Entra molto male, stranamente, viste le sue statistiche da subentrante: conclude malissimo da ottima posizione ed è lento in ogni decisione.