Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / parma / Avversario
Como, rischio lungo stop per Kone e Baselli. Non si esclude il ricorso agli svincolatiTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
mercoledì 21 febbraio 2024, 10:08Avversario
di Alessandro Tedeschi
per Parmalive.com

Como, rischio lungo stop per Kone e Baselli. Non si esclude il ricorso agli svincolati

Stando a quanto si legge sull'edizione on line de La Provincia di Como, non arrivano notizie rassicuranti dall'infermeria del Como, quando la formazione lariana del duo Osian Roberts-Cesc Fabregas è prossima alla sfida contro la capolista Parma, valevole per la 26ª giornata del campionato di Serie B, e in programma sabato alle 16:15. Big match al quale i lariani arriveranno probabilmente con un centrocampo rimaneggiato e quasi sicuramente orfano di Ben Lhassine Kone e Daniele Baselli.

Come si legge, il guaio di Kone è al ginocchio, e per lui si prospetta un lungo stop, probabilmente anche con intervento chirurgico; qualora questo effettivamente si rendesse necessario, la stagione dell'ex Torino si chiuderà in anticipo. E il destino beffardo ha voluto che il calciatore - nel corso del match contro il Palermo - sostituisse l'altro compagno infortunatosi al 19’ del match, quando, durante una corsa, si era portato la mano al flessore della gamba destra. Per Baselli, quindi, esami approfonditi saranno effettuati oggi, perché prima si deve riassorbire l’ematoma; la speranza è che si tratti solo di stiramento, ma si teme uno strappo. Il mese di stop è il minimo sindacale, ma il rischio che si vada più in là è assai concreto.

Considerata tale situazione, cui sono da aggiungere anche squalifiche varie ed eventuali, oltre che nuovi possibili guai fisici, non è da escludere che la società possa pensare di ricorrere al mercato degli svincolati.