HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » salernitana » News
Cerca
Sondaggio TMW
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

SALERNITANA - Rigori non dati, gol annullati e fuorigioco non visti: dossier già corposo. I dettagli

11.11.2019 18:30 di TS Redazione    per tuttosalernitana.com   articolo letto 67 volte
SALERNITANA - Rigori non dati, gol annullati e fuorigioco non visti: dossier già corposo. I dettagli
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Dire che nell’arco di un campionato torti e favori arbitrali si compensano è una delle più grandi falsità della storia del calcio. Fosse così, la Salernitana lo scorso anno avrebbe raggiunto la salvezza con dieci giornate d’anticipo. Non vogliamo nemmeno tornare troppo indietro con la memoria e ricordare la retrocessione dalla A, i regolamenti stravolti a Terni, i play off con Verona e Genoa, i rigori di Cesena per falli fuori area e tante altre situazioni che, se analizzate a fondo, dovrebbero soltanto spingerci a restare a casa per non essere spettatori di una farsa. Sul web qualcuno parla di “alibi dei perdenti”, gente che non vuole bene alla Salernitana: in altre città anche per torti meno evidenti e incisivi ci si stringe al fianco della squadra per tutelarla, qua sembra sia un reato sottolineare che i granata, al netto di limiti ed errori su cui lavorare, sono puntualmente bersagliati dalla classe arbitrale. Ecco nel dettaglio i vari episodi che hanno contraddistinto queste prime giornate di campionato:

Terza giornata, Salernitana-Benevento: arbitro Abbattista. Singolare venga designato per il derby lo stesso arbitro che, l’anno prima, aveva inciso negativamente sul risultato finale con l’annullamento di un gol regolare e la mancata concessione di due rigori solari. Stavolta non ci sono state situazioni clamorose, ma l’azione dello 0-2 nasce da uno stop di mano di Letizia sotto lo sguardo dell’assistente

Quinta giornata, Salernitana-Chievoverona: arbitro Volpi. Clamoroso il rigore non fischiato alla Salernitana al 62′ per un fallo di mano di Meggiorini. Braccio larghissimo dell’attaccante del Chievo in piena area, poteva essere il gol della vittoria. Sesta giornata, Livorno-Salernitana: arbitro Ghersini. Sul risultato di 1-1 il difensore Bogdan strattona Djuric impedendogli di battere a rete di testa. Rigore ed espulsione per chiara occasione da gol, l’arbitro non ha sanzionato alcuna irregolarità.

Ottava giornata, Venezia-Salernitana: arbitro Amabile. Che show del direttore di gara. Dopo due minuti annullato un gol regolare a Niccolò Giannetti, su una situazione praticamente identica viene invece convalidata la rete di Bocalon che, in realtà, era leggermente oltre la linea dell’ultimo difensore granata. Manca un cartellino rosso a Zuculini che, già ammonito, falciava da dietro e intenzionalmente Di Tacchio. Dulcis in fundo negato un rigore al 93′ per atterramento in area di Jallow: sarebbe stata anche espulsione per il calciatore del Venezia per chiara occasione da rete.

Undicesima giornata, Salernitana-Entella: arbitro Dionisi. Non si ricordano errori particolari soltanto perchè Mancosu ha graziato Micai calciandogli addosso a porta quasi vuota. L’azione, però, nasce da un fallo clamoroso non fischiato ai danni di Di Tacchio. Dopo 3 minuti, invece, fermato Gondo a tu per tu con Contini per fuorigioco inesistente: poteva essere il gol del vantaggio.

Dodicesima giornata, Cremonese-Salernitana: arbitro Marinelli. Irregolare il gol della Cremonese, quando Migliore crossa c’è Ceravolo in palese posizione di fuorigioco. Pur non riuscendo a colpire la palla è evidente partecipi all’azione inducendo Micai all’errore. Manca il secondo giallo a Gustafson per un intervento da dietro su Maistro, lo stesso fallo per il quale Akpro era stato ammonito dopo 5 minuti. Ai limiti un contatto tra Terranova e Gondo: l’attaccante granata probabilmente accentua la caduta, ma viene ostacolato irregolarmente con una spinta. Potevano esserci gli estremi per il penalty. Nella metà delle gare disputate, dunque, c’è almeno un episodio contro la Salernitana. Potremmo dire che mancano all’appello sei punti, quanti ne basterebbero per trovarsi in vetta alla classifica in compagnia di una squadra che si è lamentata pubblicamente e…senza motivo! Nessuno vuole regali nè giustificare i risultati negativi additando le giacchette nere, ma determinate situazioni vanno sottolineate in largo anticipo prima che sia troppo tardi. O, almeno, chi vuol bene alla Salernitana lo fa.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Salernitana

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510