Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / ternana / Editoriale
Ternana i tempi per l’allenatore: per forza subito?TUTTOmercatoWEB.com
Cristiano Lucarelli
© foto di Image Sport
lunedì 28 novembre 2022, 20:15Editoriale
di Ternananews Redazione
per Ternananews.it

Ternana i tempi per l’allenatore: per forza subito?

Sicuri che bisogna subito avere un nome per sostituire l’allenatore esonerato? O che non sia meglio - vista anche la dinamica - prendersi il tempo giusto per poter ragionare con calma e fare la scelta migliore?
Noi - spoiler - siamo per la seconda ipotesi. Soprattutto in un caso come quello rossoverde, dove lo strappo consumato fra Lucarelli e Bandecchi, per quanto abbia radici profonde se mettiamo in fila tutti i segnali di insofferenza nel corso di questi ultimi mesi, è stato comunque improvviso. Tempo al tempo.
Anche perché non è una novità, anzi, sembra davvero essere una nuova “tradizione”. Sia la soluzione interna, utilizzata spesso e non sempre efficace, sia qualche in giorno in più per decidere. Non ci credete? Ecco i dati.
In Serie A ci sono stati 4 cambi di panchina in stagione.
VERONA panchina affidata a Bocchetti, soluzione interna;
MONZA panchina affidata a Palladino, soluzione interna;
BOLOGNA panchina affidata a Thiago Motta, dopo 6 giorni (e una partita, Bologna-Fiorentina 2-1 con Vigiani in panchina) dall’esonero di Mihajlovic;
SAMPDORIA panchina affidata a Stankovic dopo 2 giorni dall’esonero di Giampaolo.
Quindi nessuno - tranne la Samp - ha scelto subito, dando fiducia a uomini interni. E comunque anche la Samp con due giorni.
Passiamo alla B, dove le squadre che hanno cambiato allenatore sono 10.
PALERMO ha messo sotto contratto Corini dopo 10 giorni dalle dimissioni di Baldini;
SUDTIROL ha messo sotto contratto Bisoli dopo 20 giorni dall’esonero di Zauli (e un interim di Greco che non è andato bene);
PISA ha comunicato contestualmente l’esonero di Maran e il ritorno di D’Angelo;
COMO ha sollevato dall’incarico Gattuso (per motivi di salute) e dopo 20 giorni ha ufficializzato Longo;
BENEVENTO ha esonerato Caserta di martedì il giorno dopo, il 21 settembre, ha preso Cannavaro;
SPAL ha ufficializzato De Rossi dopo 4 giorni dall’esonero di Venturato;
PERUGIA ha fatto tutto a strettissimo giro sia nell’arrivo di Baldini che per il ritorno di Castori;
COSENZA ha esonerato Dionigi il 31 ottobre e dopo 3 giorni ha ufficializzato Viali;
VENEZIA prima di prendere Vanoli ha provato la soluzione interna Soncin (successe anche la passata stagione).

Anche in B quindi prendere tempo non è una novità. Così come a soluzione interna. Soprattutto per avere le idee più chiare. Per aspettare magari delle soluzioni più efficaci. Per essere convinti o dover convincere. Per conoscere e confrontarsi. Per analizzare: pro e contro.
Un giorno in più, una giornata in più. Per un futuro migliore. Si spera