Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / ternana / Editoriale
La Ternana ci ha preso gusto: altri 3 punti “giovani”
sabato 9 dicembre 2023, 16:25Editoriale
di Ternananews Redazione
per Ternananews.it

La Ternana ci ha preso gusto: altri 3 punti “giovani”

Aspettavamo questa partita come se fosse il Natale. Per capire se veramente la nottata era davvero passata, se davvero Babbo Natale ci avrebbe portato i regali. I regali sono arrivati, ma perché i ragazzi si sono comportati bene. E così sono stati premiati. Nelle ultime 4 partite (l’era Breda) sono arrivati 8 punti. 4 partite senza perdere, due pari e due vittorie, consecutive.
E anche questa nel segno dei ragazzi. E se Raimondo è stato il grande protagonista della scorsa settimana (stavolta non ha avuto molte occasioni) stavolta sono i ragazzi della Fiorentina a diventare protagonisti: Distefano, Lucchesi e Favasuli. Naturalmente con la copertina dedicata ai primi due.
Se Raimondo è il bomber delle trasferte, Distefano è quello delle partite al Liberati. Ma questa rete ha un sapore particolare: stavolta non è una rete degli ultimi minuti a risultato praticamente acquisito. Stavolta è il gol che scombina la partita, quello che rompe gli equilibri, quello che fa capire alla Ternana di poter vincere la partita. E’ il primo vero tiro della squadra verso la porta avversaria. E’ un lampo che accende la squadra e che accende anche la classifica.
A tenere quella classifica poi ci pensa anche Lucchesi. E’ arrivato in sordina, con un problema fisico da dover superare (per quello non veniva mai utilizzato: e poi doveva “rubare” il posto a Mantovani): ora che è tutto a posto non solo segna il gol della vittoria ma incastona la sua marcatura in una partita sontuosa. Fatta di anticipi, sgroppate, sovrapposizioni, cross, chiusure, scivolate. Da veterano.
E la menzione spetta anche a Favasuli: perché quando entra, si vede eccome. Sgasa a destra o sinistra, cerca il dribbling, attacca le caviglie avversarie, crea superiorità numerica e densità. E’ due giocatori in uno.

Anche quando parte dalla panchina.
10 gol sui 18 segnati dalla Ternana arrivano dai millennials. 4 Raimondo, 3 Distefano, 2 Diakitè, 1 Lucchesi. Segnano perché giocano. 9 marcatori diversi (sempre sui 18 gol segnati dalle Fere): oggi si aggiunge Lucchesi. 
Ecco la Ternana è questa. Grazie alla pazienza e alle cose semplici, arrivano le vittorie e i punti. Ora la Ternana è quart’ultima in classifica. Farebbe i playout, se finisse oggi il campionato. Contro il Lecco, prossimo avversario (domenica prossima alle 16:15). Sembra, anzi è, un vero e proprio miracolo. Perché a guardare numeri e classifica un mese fa c’era da preoccuparsi. Oggi invece con consapevolezze nuove si può sperare. Non bisogna perdere questo spirito e soprattutto questo ritmo. Non bisogna pensare di essere arrivati, di aver dimostrato ormai il proprio valore.
Non è fatto nulla, ma almeno è stata ritrovata la strada. In maniera estremamente semplice e con una grande differenza rispetto al passato: la capacità di segnare nei momenti topici. Fondamentale quando sono gli episodi a decidere la partita. E’ come se la Ternana, ora, riuscisse a governarli meglio. Non sappiamo neanche se è possibile: intanto, prima di scoprirlo, continuate così.