VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
A tu per tu

...con Accardi

"Campionato normale e la Juve risale. Gennaio, niente rivoluzioni. Mbaye piace a Di Carlo, Nicola e Stramaccioni. Embalo? Piace in Francia e Messico, con il Palermo qualcosa da chiarire. Procure pilotate? Giocatori stupidi"
22.12.2015 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 22108 volte
© foto di Vincenzo Blandino

"È stato, fin qui, il campionato che doveva essere". Così a TuttoMercatoWeb.com l'operatore di mercato Beppe Accardi traccia un bilancio della prima parte di campionato. "I valori, piano piano - prosegue Accardi - si stanno normalizzando, tra squadre che lottano per vincere e altre per la salvezza. S'è rimesso sulla strada giusta il Bologna con il nuovo allenatore, i giocatori hanno anche recuperato autostima. Poi tutte stanno facendo ciò che è al livello delle loro potenzialità".

Intanto s'è ripresa la Juventus.
"Fin dall'inizio ho sempre detto che alla fine sarebbe stata lì, a lottare per il titolo".

Cosa si aspetta a gennaio?
"Nessuna grossa rivoluzione. Penso che tutte le squadre proveranno a puntellare qualcosa, ma chi doveva spendere ha già speso a giugno. Sicuramente interverrà il Milan, che però ha solo bisogno di trovare serenità e continuità".

Può spostarsi Mbaye, dal Bologna? Piace allo Spezia.
"Sta tornando nella giusta condizione. Vuole essere protagonista con il Bologna. Ha qualche richiesta. Nel calcio tutto è possibile. Certo è che se fosse scarso non ci sarebbero alcune squadre interessate. Ho letto da qualche parte che Stramaccioni - suo allenatore all'Inter - lo vorrebbe al Panathinaikos, questa è la dimostrazione che qualcosa di buono ha fatto. E se anche Di Carlo e Nicola lo hanno messo nel mirino, vuol dire che Mbaye non è così male".

Sorride anche Embalo, a Brescia.
"Una crescita professionale giusta, importante. Parliamo sempre, ci diciamo che dobbiamo ringraziare le squadre da dove è passato prima. Carpi e Lecce, che gli hanno dato la possibilità di crescere seppure. A Brescia l'esplosione, figlia delle sue qualità e anche grazie ad un allenatore che crede in lui e gli sa insegnare ciò che è giusto e sbagliato".

Rinnoverà con il Palermo?
"Quando sarà il momento, se il Palermo ci chiamerà, ne discuteremo. Sicuramente il fatto che oggi ci siano squadre messicane è importante, vuol dire che il campionato di Carlos è arrivato al di là dell'Oceano. Lo segue il Lione, ho visto Brescia-Pescara con il loro direttore sportivo che ne è rimasto impressionato. Ma il mercato è strano, atipico, lungo, difficile. Oggi Carlos è un giocatore del Brescia, dove sta benissimo. Ha un rapporto eccezionale con tutti. Ora avanti così, perché nel calcio quello che hai fatto non conta: è importante ciò che farai. Quando sarà il momento ci saranno due-tre cose da chiarire con il Palermo, ne parleremo".

Rinaudo?
"Sta crescendo dal punto di vista fisico, poi vedremo cosa succederà a gennaio. Ad oggi non è preventivata una sua partenza da Vicenza".

Da Vicenza a Trapani: Ciaramitaro e Accardi?
"Maurizio è un punto di riferimento per il Trapani. Per quanto riguarda Accardi valuteremo con la società, che ha stima e rispetto nei suoi confronti e quindi non penso ci sia l'intenzione di muoverlo. E poi guardate il percorso di Embalo, la sua esplosione figlia della sofferenza dell'anno scorso".

In serie A si parla di presunte procure pilotate. Lei che ne pensa?
"L'eterno dramma, ci saranno sempre tanti sospetti. Se effettivamente fosse così, la cosa sarebbe di una gravità esagerata. Una società se ha la forza di pilotare le procure verso uno o un altro procuratore, commetterebbe un reato importante: concorrenza sleale ed estorsione. Poi non dimentichiamoci che un giocatore che va verso un altro procuratore se consigliato dalla società, è un giocatore stupido. Di sicuro una società e un procuratore che fanno queste cose, non fanno gli interessi del calciatore. I giocatori devono imparare che è troppo comodo andare dietro a delle sirene dopo che magari hanno lavorato e si sono costruiti una carriera al fianco di persone che hanno iniziato con loro un percorso da giovani. Consiglio di guardare il film Goal!, la storia di un ragazzino arrivato da un altro continente aiutato da una persona che lo ha fatto diventare giocatore. Poi il ragazzino ha iniziato a perdere la testa dimenticandosi di chi lo ha aiutato e da quel momento è iniziato il suo declino. Poi quando s'è ritrovato ad essere solo - perché quando non sei più lassù tutti ti abbandonano - ha cercato di nuovo la persona che lo aveva aiutato. Ma alla lunga le cose si pagano".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Carli 24.05 - "Cercheremo di coronare un sogno: salvarci per il terzo anno di fila. Il destino è nelle nostre mani e quando è così devi andare con entusiasmo e tirare una riga sul passato. Il nostro destino dipende da noi". Cosi a TuttoMercatoWeb il dg dell'Empoli, Marcello Carli, in vista della...
Telegram

A tu per tu

...con Ballardini 23.05 - "La Juventus ha tanti meriti: la società, l'indirizzo che danno ai giocatori, la mentalità. Tutte queste componenti quindi società, serietà e competenza portano la Juve ad essere nettamente il club migliore nel nostro panorama". Cosi a TuttoMercatoWeb Davide Ballardini elogia la Juventus...

A tu per tu

...con Novellino 22.05 - Obiettivo raggiunto per l'Avellino. E ora è tempo di programmare la prossima stagione. "Sono arrivato che eravamo a sei punti dai playout, è stata una rincorsa straordinaria. Ringrazio i ragazzi che mi hanno inseguito, non è stato facile perché dopo la partita contro il Perugia pensavamo...

A tu per tu

...con Iachini 21.05 - "Il campionato? C'è stata la conferma del Napoli e della Lazio, poi la sorpresa Atalanta. Juve e Roma invece hanno fatto il campionato che ci si aspettava. I bianconeri hanno dimostrato di essere i più forti". Cosi a TuttoMercatoWeb l'ex allenatore di - tra le altre - Palermo e Udinese,...

A tu per tu

...con Bojinov 20.05 - "Mi sto adattando, non è facile perché sono in una realtà difficile da vivere e per giocare. Il calcio cinese sta cominciando a trasformarsi piano piano, ci vuole pazienza e tempo. La mia squadra è in seconda divisione, esiste da quattro anni ma stanno costruendo un progetto". Parla...

A tu per tu

...con Salerno 19.05 - Walter Mazzari e il Watford, è addio. Questione di feeling. "Non credo che l'esonero sia dovuto ai problemi di lingua, Mazzari ha raggiunto l'obiettivo cioè mantenere la categoria che è fondamentale per una piazza come il Watford", dice a TuttoMercatoWeb l'ex ds del club inglese,...

A tu per tu

...con Gautieri 18.05 - "È stato un campionato entusiasmante, le partite si giocano fino alla fine: Brescia-Trapani e Ascoli-Ternana, match tirati che verranno giocati fino alla fine". Così a TuttoMercatoWeb Carmine Gautieri, ex allenatore di - tra le altre - Latina, Varese e Ternana. Il Verona vede...

A tu per tu

...con Stellone 17.05 - La finale di Coppa Italia, la Serie A, la lotta salvezza per rimanere in serie B e...il Bari. Quel Bari dove Roberto Stellone avrebbe voluto mettere radici per costruire qualcosa di importante, sulle orme di quanto fatto a Frosinone. L'ex allenatore biancorosso, contattato da TuttoMercatoWeb,...

A tu per tu

...con Semplici 16.05 - Un sogno realizzato. La Spal sorride e vola in serie A. "Ancora non ci rendiamo conto di quello che abbiamo fatto. C'è stata una festa straordinaria per un obiettivo da sogno, nessuno pensava a noi vittoriosi del campo sia per budget e sia perché ci davano per retrocessi. È il coronamento...

A tu per tu

...con Imborgia 15.05 - "L'Inter? Hanno deciso di cambiare, strano il cambiamento dopo il rinnovo di Ausilio appena fatto ma ritengo che almeno nelle intenzioni della proprietà l'arrivo di Sabatini non sia in sostituzione dell'attuale direttore sportivo". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Antonio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.