VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

A tu per tu

...con Amelia

"Attendo la mia occasione. Vorrei restare in Italia. Cagliari e Sassuolo? Potrei essere utile. Milan, l'addio una mia scelta. Diego Lopez è ok, Agazzi? Non preso per giocare. I miei ricordi in rossonero..."
20.08.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 29457 volte
© foto di Federico De Luca

In attesa di una chiamata. Marco Amelia rimane alla finestra, può essere l'occasione giusta per chi va a caccia di un portiere. L'ex Milan, adesso svincolato, attende la giusta chance per tornare protagonista. "Mi alleno a casa mia, ho un centro sportivo nel mio Paese. Gestisco la scuola calcio, mi alleno da un mese e ho due realtà: una di promozione e una di serie D, mi sto allenando con serenità. Ho fatto delle gare amichevoli, dal punto di vista della preparazione ho fatto tutto, anche le amichevoli", dice Amelia a TuttoMercatoWeb.

E il mercato?
"Piccoli movimenti, sono in attesa".

Si parla di Cagliari e Sassuolo. E anche di soluzioni estere...
"Sto prendendo in considerazione tutto. Sono arrivate molte richieste, le maggiori dall'estero. In alcuni casi ho scelto di aspettare, vorrei rimanere in Italia anche perché faccio parte dell'AIC il pensiero è di cercare di dare un contributo alla crescita del calcio italiano. Penso di voler giocare ancora in Italia".

Dopo essere stato al Milan difficile prendere in considerazione squadre come Cagliari e Sassuolo. O no?
"Penso di poter essere utile ad una squadra, ad una società, ad un allenatore. Non vado in giro a cercare il contratto economico, è importante ma a trentadue anni mi interessano più le motivazioni".

Intanto il Milan ha bocciato Agazzi, prendendo Diego Lopez lo ha praticamente retrocesso a terzo portiere.
"Non credo che Agazzi sia stato preso per giocare, non penso sia stato bocciato. Dal mio punto di vista la scelta della società era quella di continuare con Abbiati e avere un portiere alle spalle e Michael magari poteva sostituirlo all'occorrenza un po' come ho fatto io in questi anni. C'è stata la possibilità di prendere Diego Lopez, un'ottima scelta perché è arrivato un grande portiere. Lo conosco bene, è un ottimo portiere anche dal punto di vista caratteriale. Dà tutto. Ha la mentalità vincente, non molla niente".

Il Palermo intanto ha scaricato Sorrentino, per lanciare Ujkani.
"Ha quasi trentasei anni, probabilmente c'è un'esigenza precisa da parte del Palermo. Magari in serie B poteva servire un giocatore come Stefano, in questo momento Zamparini dal punto di vista aziendale pensa di puntare su Samir. Sono due ottimi portieri, possono far comodo al Palermo. Giusto dare fiducia a Ujkani anche pensando al futuro".

E la sua Roma?
"Bene, ha fatto un ottimo mercato, ha una base solida e un allenatore che regge l'urto di una piazza come Roma. Ha preso ottimi giocatori, che per fare le tre competizioni saranno fondamentali. Credo che in questo momento, nonostante tutto, sia la squadra da battere".

Alla Juve il suo ex allenatore, Allegri, ha un compito non facile: non far rimpiangere Antonio Conte.
"Lo sa, ma queste sfide è capace di gestirle. La Juve è forte, c'è una base solida di giocatori che sanno gestire bene le situazioni".

E il Milan, come lo vede?
"Deve completarsi. Sono arrivati Alex, Menez, Diego Lopez. E sono stati fatti movimenti in uscita. Come tutti gli anni le rose si definiranno gli ultimi giorni di agosto. Anche quando ero al Milan iniziammo il primo anno senza Ibra e Robinho, che vennero presentati alla prima di campionato. Il mercato si definirà l'ultima settimana".

Come si è lasciato con i rossoneri?
"Benissimo. Rimane un ottimo rapporto con Galliani, con la dirigenza, con chi lavora a Milanello. Ho un ottimo rapporto con quasi tutti i ragazzi dello spogliatoio. L'addio è stata una mia scelta, c'era anche la possibilità di rimanere. Ho scelto di guardare altrove, vedendo anche le situazioni che c'erano all'interno del Milan. Nessuno andrebbe via dal Milan, a raccontarlo qualcuno magari mi prende per pazzo. Ma mi lascio con un arrivederci".

Il ricordo più bello?
"Le vittorie nei derby, lo Scudetto, la Supercoppa, le settimane importanti. L'entusiasmo del gruppo, soprattutto i primi anni".

Il momento da cancellare?
"Lo Scudetto perso, quasi regalato, alla Juventus. Potevamo vincere il secondo Scudetto consecutivo. Ma quelle partite contro Sampdoria e Bologna hanno segnato il futuro della squadra".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Hernandez 23.01 - Carico e motivato. Pronto al rientro. Abel Hernandez scalpita per tornare protagonista. “Sto recuperando bene. Sono all’ultima fase del recupero, dovrò lavorare ancora per due-tre settimane e poi sarò a disposizione della squadra”, dice a TuttoMercatoWeb l’attaccante dell’Hull City....

A tu per tu

...con Perinetti 22.01 - Momento positivo per il Genoa. Dal cambio di guida tecnica, in casa rossoblù, è tornato il sorriso. “Per Ballardini parlano le statistiche... ora abbiamo un impegno insidioso contro la Juventus, una partita che viene dopo la sosta ma i bianconeri non saranno distratti”, dice a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Mandorlini 21.01 - “L’Inter è partita bene salvo inciampare nelle ultime gare. Magari c’è stato un calo fisico, generale. E per la Roma vale lo stesso: era partita bene. La sosta però è servita a ricaricare le batterie”. Così a TuttoMercatoWeb Andrea Mandorlini fa le carte a Inter-Roma che si giocherà...

A tu per tu

...con Gasparin 20.01 - Avanti con il curatore fallimentare. Poi si vedrà. Il Vicenza è fallito. "Al Vicenza sono legato, ho vissuto dalla serie C fino alla semifinale di Coppa contro il Chelsea. Risiedo a Vicenza, sono tifoso così come lo è mio figlio. Vedere che il lavoro fatto in precedenza è stato depauperato...

A tu per tu

...con Bjelica 19.01 - “Ho preso la squadra al dodicesimo posto, siamo arrivati terzi. In questo secondo campionato abbiamo cambiato tanto la squadra, sono partiti giocatori importanti ma siamo competitivi. Oggi siamo secondi, possiamo vincere il campionato e abbiamo tutto per riuscirci”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Stellone 18.01 - “La scelta di Verdi può essere giusta perché a Bologna è protagonista, mentre a Napoli avrebbe rischiato di giocare poco perché ci sono Insigne, Mertens e Callejón. Il no deve essere visto sotto questo aspetto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Frosinone, Roberto Stellone. E...

A tu per tu

...con Stramaccioni 17.01 - Programmazione. Parola d’ordine in casa Sparta Praga. E a guidare il nuovo progetto ceco è Andrea Stramaccioni. “È una grandissima sfida e una grandissima esperienza essere il primo allenatore straniero della storia di un club così titolato a livello internazionale. Siamo a quattro...

A tu per tu

...con Legrottaglie 16.01 - “Da qui alla fine Napoli e Juve si daranno battaglia, i bianconeri comunque rimangono favoriti per rosa ed esperienza. Sarà una lotta degna del nostro campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie fotografa il campionato di serie A che riprenderà questa settimana. Il...

A tu per tu

...con Berti 15.01 - “In estate ci sarà un valzer di portieri, se Perin continua così andrà in una grande squadra. E poi occhio a Donnarumma, che potrebbe andare via dal Milan”. Così a TuttoMercatoWeb sul possibile valzer di portieri che si verificherà in estate, l’ex portiere Gianluca Berti, oggi dirigente...

A tu per tu

...con Tedesco 14.01 - “Inter e Napoli devono puntellare il proprio organico, non perché abbiano difficoltà ma per provare a raggiungere gli obiettivi prefissati. Se il Napoli vuole competere per la vittoria del campionato deve aggiungere qualche tassello. Così come l’Inter per arrivare tra le prime quattro”....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.